Napoli, Ancelotti: “sono tutti a disposizione, Llorente giocherà dall’inizio. Su Milik…”

Napoli, Ancelotti: “sono tutti a disposizione, Llorente giocherà dall’inizio. Su Milik…”

Dopo le prime due giornate in trasferta, il Napoli di Carlo Ancelotti esordirà al San Paolo contro la Sampdoria.

di Massimo Angelucci

Il tecnico emiliano Carlo Ancelotti presenta in conferenza stampa il match d’esordio casalingo del Napoli contro la Sampdoria. Gli azzurri hanno la possibilità di prendersi tre punti dopo la rocambolesca sconfitta in casa della Juventus.

LE DICHIARAZIONI DI ANCELOTTI

Ancelotti avrà tutti a disposizione nel match di domani contro la Sampdoria:  “Saranno tutti a disposizione, anche Lozano che nella giornata di ieri non ha avuto particolari problemi, così come Milik e Insigne. I loro problemi sono dimenticati. Non pensiamo al Liverpool, la partita più importante è quella con la Sampdoria. Abbiamo 4 partite su 5 di questo tour de force saranno al San Paolo e dobbiamo sfruttarle. Posso comunicare già da oggi che ci saranno delle rotazioni, per me è indispensabile utilizzare tutta la rosa. Mi piace avere un gruppo di giocatori convinti di poter vincere, è un aspetto positivo. E molto importante anche per i giocatori giovani. La differenza la deve fare la testa, deve essere pronta a qualsiasi sacrificio”.

Domani Fernando Llorente, il nuovo acquisto del Napoli, potrebbe partire titolare: “Llorente ha dimostrato grande professionalità, si è presentato in ottime condizioni. Se farà 90′, dipenderà da quello che gli chiederò. Fernando è un giocatore a disposizione. Non vi meravigliate se giocherà dall’inizio, senza fare 90‘”.

Arkadiusz Milik sarà molto probabilmente convocato per domani ma potrebbe partire partire dalla panchina: “Ieri Milik ha lavorato con la squadra, il suo problema fisico è sparito. Ha una buona condizione fisica, parlerò con lui vediamo se sarà disponibile per domani, ma è completamente recuperato. Anche Koulibaly è completamente recuperato fisicamente. Allan? Per noi è molto importante. Il miglior allenamento è la partita”.

Sulla lotta scudetto: “La Juventus è la squadra da battere, ma l’Inter ha fatto una campagna acquisti importante, soprattutto in panchina: Conte è un allenatore bravo e determinato. L’Inter è una squadra fortissima, una pretendente allo scudetto. Avere più squadre che lottano per il vertice rende il campionato più competitivo. Il Napoli non è assolutamente tagliato fuori, ha lottato in passato e lotterà ancora. Ho un gruppo di giocatori che vogliono lottare per vincere, non per arrivare secondi”.

Ancelotti a Napoli, giocherà la maggior parte delle partite con il 4-4-2: “Il sistema di gioco si vede solo quando la squadra non ha la palla. Il Napoli non ha mai giocato con il 4-2-3-1. Ha giocato con il 4-3-3 oppure il 4-4-2, abbiamo giocato gli ultimi 10 minuti con il 4-3-3 o con il 4-5-1. Per difendere, ogni tanto metto 5 centrocampisti e un solo attaccante. In fase d’attacco non abbiamo mai giocato con 2 attaccanti: quando avevo schierato Milik e Mertens, Milik era punta centrale e Mertens stava dietro il polacco e dietro di loro c’erano altri tre giocatori. Parlare di sistema di gioco, lo si può fare solo in fase difensiva. Giocheremo il 90% delle partite con il 4-4-2. Molti di voi hanno detto che abbiamo fatto male la fase difensiva, ma nessuno ha sottolineato che abbiamo fatto benissimo in quella offensiva. Poi è chiaro, non mi fa piacere subire 7 goal in 2 partite e su questo troveremo una soluzione”.

Ultime battute sui rinnovi contrattuali di Mertens e Callejon: “c’è la volontà nostra, mia e della società, di continuare la nostra strada con loro. Sono affidabili sotto tutti i punti di vista. C’è tempo per trovare una soluzione”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy