Lazio-Mainz 0-3, altra sconfitta. Hoedt da rivedere, ma quanti gol subiti…

Prosegue il difficoltoso precampionato degli uomini di Pioli

di Stefano Civini

Altra sconfitta per la Lazio nell’amichevole odierna contro i tedeschi del Mainz. Ancora una volta Marchetti ha dovuto raccogliere tre volte la palla dalla propria rete, come già successo con l’Anderlecht e col Sigma Olomouc.

Prove di 3-4-3

Marchetti
Hoedt Gentiletti Mauricio
Basta Parolo Onazi Lulic
Candreva Klose F.Anderson

Pioli continua a provare la difesa a 3, con Hoedt, Gentiletti e Mauricio schierati a protezione di Marchetti. Davanti a loro la coppia formata da Parolo e Onazi, con Lulic e Basta esterni. Klose guida l’attacco con Candreva e Felipe Anderson ai suoi lati. La partenza è buona, con un paio di giocate interessanti (pregevole l’assist di tacco di Klose per Felipe Anderson, che però non ne approfitta al meglio). Anche la difesa inizialmente regge, apprezzabile una diagonale perfetta di Hoedt per fermare un’azione dei tedeschi. Ma proprio l’olandese si rende partecipe suo malgrado dell’episodio che porta al vantaggio del Mainz, facendosi trovare impreparato al momento di mettere in fuorigioco Muto, che ringrazia e va a servire l’assist per Malli che realizza. Klose avrebbe l’occasione per pareggiare prima dell’intervallo, ma si fa fermare dal portiere avversario. Si va al riposo sotto di un gol, ma mostrando comunque qualche passo in avanti rispetto alle amichevoli precedenti.

Calo atletico

Nella ripresa, complice anche un evidente calo atletico, si vede solo il Mainz, che con Sampeiro e Clemens si porta sul 3-0. Ancora male la fase difensiva, troppi svarioni anche sulle fasce in questo secondo tempo. Unica nota lieta della ripresa, e più in generale di tutta la partita, la mezzora di gioco svolta da Biglia, buttato subito in campo da Pioli dopo neanche un allenamento in gruppo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy