gazzanet

La partita: Udinese-Bologna 1-0

Serie A 2016/2017 - 15a giornata

Redazione

"[opta widget="temporeale" season="2016" team="136" match_day="15"]

"UDINESE (4-3-3): Karnezis 6; Widmer 6,5, Danilo 7, Samir 6,5, Felipe 6,5; Fofana 5,5, Kums 7, Hallfredsson 6,5 (71' Perica 6); De Paul (66' Badu 5,5); Thereau 6,5, Zapata 5,5 (85' Penaranda sv). Allenatore: Gigi Del Neri.

"BOLOGNA (4-3-3): Mirante 6,5; Torosidis 5, Oikonomou 6, Maietta 6,5, Masina 6; Dzemaili 6, Pulgar 5, Taider 5,5; Mounier 5,5 (77' Mbaye 6), Destro 5 (85' Floccari sv), Krejci (56' Di Francesco 6). Allenatore: Roberto Donadoni.

"ARBITRO: Fabrizio Pasqua di Tivoli

"RETI: 93' Danilo (U)

ASSIST: Widmer (U)

AMMONITI: Hallfredsson,  Felipe, Danilo (U), Pulgar (B)

ESPULSI: Pulgar (B)

"Gigi Delneri (Allenatore Udinese): "Abbiamo avuto molte situazioni importante anche prima che il Bologna rimanesse in dieci. La squadra ha meritato di vincere la partita, anche se il gol è arrivato alla fine. E' una vittoria importante per lavorare con tranquillità. Sarà stato orgoglioso Di Natale? Danilo avrà lavorato con lui e avrà imparato qualcosa. La squadra ha prodotto un calcio ad alta intensità, abbiamo creato molte occasioni importanti. Abbiamo fatto forse il gol più difficile. Questo gol significa molto in una giornata importante per l'Udinese, realizzato dal suo capitano. E' stata una novella a lieto fine. Perica? Lo sto osservando per vedere le qualità. E' un ragazzo che ha grande spunto, ma deve migliorare a muoversi senza palla. Son tutti ragazzi giovani e devono imparare a muoversi bene. Hanno però volontà e questo è molto importante. Widmer vale una grande squadra? La grande squadra per lui è l'Udinese. E le grandi squadre aspettano. Deve migliorare ancora molto. Son tanti i giocatori che possono ambire a grandi squadre. Deve migliorare sia nella fase difensiva sia in quella offensiva".

"Roberto Donadoni (Allenatore Bologna): "E' arrivata una sconfitta ancora per ingenuità nostra. Abbiamo regalato un uomo in maniera ingenua. Abbiamo avuto subito una bellissima occasione noi poi è chiaro che in dieci contro undici soffri. Siamo riusciti a contenerli pur concedendo qualcosa. E' chiaro che al 93' non puoi concedere una palla così. Abbiamo pagato dazio. Chi ha giocato dal primo minuto ha fatto bene. E' il momento di smetterla di chiedere scusa, dobbiamo rimboccarci le maniche. Non è possibile perdere tre partite in dieci contro undici. Gli attaccanti? Si poteva fare di più. Ho dato fiducia a Krejci e Mounier per quanto visto. Sono giocatori di potenzialità ma in questo momento fanno fatica. Non hanno la capacità di credere in sé stessi, a volte perdono palla con troppa facilità. Devono rischiare di più la tensione ma in questo momento fanno fatica. Le situazioni che si susseguono non li aiutano e a volte si pensa a non subire invece di attaccare. Pochi gol? Quando arriviamo negli ultimi metri siamo troppo precipitosi, non abbiamo quella tranquillità di provare la giocata. Vogliamo quasi liberarci del pallone in maniera frettolosa. Il calcio poi si traduce tutto in gol. Le opportunità le devi creare. Il gol di Danilo? Ormai direi che era sotto controllo la gara. Siamo stati ingenui in quella situazione sull'esterno. Abbiamo contrastato poco Widmer e da lì è nata l'occasione del gol".

"Danilo (Udinese): "Sono emozionato. Noi brasiliani stiamo passando un momento difficile per l'incidente di una settimana fa. Questa vittoria è per i nostri tifosi ma anche per la Chapecoense. Mi sono sempre messo in discussione, sono umano. Ho il sangue caldo, ogni tanto mi gira la testa ma l'uomo deve sempre chiedere scusa. Devo solo dire grazie ai miei tifosi perchè è stata una bella serata. E' un segno del destino quello di stasera? Non lo so. Devo condividerla con la mia squadra. Se abbiamo segnato all'ultimo vuol dire che la squadra non ha mai mollato. Dobbiamo migliorare, ma noi dobbiamo vedere il lato positivo. E' stata una bella vittoria".

"-  Danilo: nel giorno della festa dei 120 anni dell'Udinese non poteva che essere il capitano bianconero a regalare in extremis la gioia ai suoi tifosi. Preciso nelle chiusure, nel finale si getta in avanti per sfruttare la sua bravura sui cross, e decide il match.

"-  Widmer: non una delle sue migliori partite, ma al 93' ha ancora energie per scendere sulla fascia e far partire il cross per Danilo. In attesa del bonus pesante, regala ai suoi possessori il quarto assist stagionale.

"- Destro: si conferma un attaccante da schierare nelle partite casalinghe e da lasciare in panchina quando il Bologna si trova in trasferta. Altra partita difficile per il numero 10 rossoblu lontano dal Dall'Ara. Sbaglia una ghiotta occasione in avvio, poi finisce preda della difesa friulana non riuscendo più  rendersi pericoloso, anche per demeriti del Bologna.