serie a

La partita: Palermo-Chievo 0-2

Serie A 2016/2017 - 16a giornata

Redazione

"[opta widget="temporeale" season="2016" team="1405" match_day="16"]

"PALERMO: Posavec 6; Rispoli 5,5, Cionek 6, Goldaniga(dal 56' s.t. Bruno Henrique 6),Andelkovic 5; Aleesami 5, Hiljemark(dal 69' s.t. Sallai 5),Jajalo 5, Chochev 5,5 (dall'81' s.t. Diamanti SV); Quaison 5,5, Nestorovski 6. A disposizione: Guddo, Fulignati, Vitiello, Morganella, Pezzella, Embalo, Gazzi, Trajkovski, Balogh. Allenatore: Eugenio Corini.

"CHIEVO: Sorrentino 6; Frey 6, Dainelli 6,5, Gamberini 6, Gobbi 6; RadovanovicCastro(dal 70' s.t. Izco 6), De Guzman 6; Birsa 6,5, Meggiorini(dal 75' s.t. Rigoni SV), Pellissier 6,5 (dall'84' s.t. Inglese SV). A disposizione: Seculin, Confente, Spolli, Cesar, Sardo, Costa, Bastien, Floro Flores. Allenatore: Rolando Maran.

"ARBITRO: Tagliavento

"RETI: 14' Birsa (C), 49' Pellissier (C)

AMMONITI: Chochev (P), De Guzman (C)

"Eugenio Corini (Allenatore Palermo): Innanzitutto ringraziamo il pubblico che ci ha sostenuto, purtroppo non siamo riusciti a trasformare la spinta in un risultato positivo. Abbiamo affrontato una squadra equilibrata, che prepara bene le partite e abbiamo preso gol su contrattacco nel primo tempo. Abbiamo provato a cercare il pareggio ma nel secondo tempo è arrivato il raddoppio. A quel punto ho provato a cambiare l’inerzia della partita e siamo andati vicini al 2-1 con Rispoli, ma non siamo riusciti ad accorciare per cercare di pareggiare nel finale. C’è grande rammarico per questa sconfitta, dobbiamo trovare gli stimoli per ribaltare questo momento. I ragazzi vengono da un periodo difficile, era importante dare continuità alla prestazione di Firenze, dove siamo stati beffati all’ultimo momento. Ora dobbiamo sbloccarci mentalmente, bisogna vincere in casa e giocare più sereni. Solo così verranno fuori le qualità dei giocatori. Bisogna soffrire per trovare la forza di uscire da questa situazione”.

"Sinisa Andelkovic (Difensore Palermo): "Lavoriamo bene per far bene. I tifosi sono venuti per aiutarci ma abbiamo perso di nuovo. Lavoriamo bene ma dobbiamo dare di più per salvarci. Più grinta, più convinzione. Nello spogliatoio abbiamo parlato per far bene ed entrar più concentrati, ma nel calcio succede. Loro si sono chiusi, ci abbiamo provato. Dobbiamo allenarci bene, anche lavorare sulla testa. Con Corini si lavora bene. Ci ha detto come dobbiamo scendere in campo. La sconfitta è passata adesso pensiamo alla prossima".

Christian Maraner (Vice-allenatore Chievo Verona): "Volevo fare una premessa, sono felice che questa prestazione e che questo risultato siano arrivati oggi perché il mister ha avuto un lutto, ha voluto esserci e la sua presenza oggi è stata importante, la squadra ha risposto sul campo. Questa era una partita fondamentale, come il mister ha detto prima della partita di ricordare tutte le gare che in questi anni non abbiamo mai sbagliato, quelle importanti. Abbiamo giocato una partita da Chievo, come solo il Chievo sa fare".

"-  Birsa: partita sontuosa per il fantasista sloveno che si fa perdonare l'errore dal dischetto della scorsa giornata e infila Posavec con un diagonale imparabile. Le azioni offensive dei clivensi partono tutte dai suoi piedi, mettendo sempre in difficoltà la retroguardia rosanero.

"-  Pellissier: 100 di questi gol. E' arrivata la rete numero 100 in Serie A per il sempreverde attaccante gialloblù che sfrutta l'assist involontario del difensore rosanero Goldaniga e supera Posavec con grande esperienza.

"- Posavec: altra giornata negativa per il portierino croato, non può nulla sui gol, ma la comunicazione con i suoi difensori è lacunosa.

"-  Goldaniga: male, malissimo. Partita da dimenticare per il centrale rosanero, incertezze su incertezze accompagnate da un errore assurdo, un vero e proprio assist per Pellissier che consegna al Chievo il doppio vantaggio.

- Aleesami: in fase calante. Brutta partita per l'esterno norvegese, non riesce a spingere come nelle prime giornate, sbaglia la maggior parte dei passaggi e cross che tenta di effettuare.

- Jajalo: uno dei pochi a salvarsi tra le fila dei rosanero, pur con dei limiti tecnici, riesce a destreggiarsi nella zona centrale del campo con grinta e buone verticalizzazioni.

- Dainelli: sicurezza. E' la colonna portante della difesa del Chievo e anche oggi l'ha dimostrato, grande partita di intensità e attenzione, rende nulli i timidi attacchi dei rosanero.

- Sorrentino: porta inviolata per il portiere del Chievo, poco impegnato nel corso della partita, effettua una grande parata nel primo tempo su Quaison, comanda la difesa e regge bene la pressione del ritorno in una piazza dove ha lasciato ottimi ricordi.