serie a

La partita: Fiorentina-Sassuolo 2-1

Serie A 2016/2017 - 16a giornata

Fabiola Graziano

"[opta widget="temporeale" season="2016" team="125" match_day="16"]

"FIORENTINA (4-2-3-1): Tatarusanu 6,5; Salcedo 5,5, G. Rodriguez 6, Astori 6, Olivera 6; Vecino 6, Badelj 6,5; Chiesa 6,5 (94' Milic sv), Ilicic 5,5 (68' Tello 6), Bernardeschi 5 (85' Sanchez sv); Kalinic 7,5. Allenatore: Paulo Sousa.

"SASSUOLO (4-3-3): Consigli 6; Gazzola 6,5 (61' Lirola 6), Cannavaro 5, Acerbi 6,5, Peluso 5,5; Pellegrini 6, Magnanelli 6 (71' Mazzitelli 5,5), Sensi 5,5 (66' Iemmello 6); Ricci 5,5, Defrel 5,5, Ragusa 5,5. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

"ARBITRO: Fabbri

"RETI: 9' Kalinic (F), 39' Kalinic (F), 75' Acerbi (S)

ASSIST: 9' Badelj (F), 39' Chiesa (F)

AMMONITI: 19' Salcedo (F), 64' Peluso (S), 67' Astori (F), 91' Kalinic

"Paulo Sousa (Allenatore Fiorentina): "La Fiorentina cresce in carattere, continuità e mentalità. Veniamo da un lungo viaggio e da una partita complicata, era difficile recuperare. Il Sassuolo ha un sistema collaudato da tempo, con un allenatore che sta lì da molto, ci hanno messi in difficoltà ma penso che abbiamo creato le occasioni per chiudere. Kalinic sta facendo bene, è di alto livello e non solo tecnico e tattico, anche mentalmente, fisicamente e umanamente. Fa bene al calcio. Chiesa? Credevo che per oggi fosse la scelta migliore, sta crescendo molto. Badelj e Vecino? Hanno fatto grandi cose lo scorso anno, si conoscono bene. Viviamo di qualità individuale e di volontà comune. Il nostro spirito ci ha permesso di vincere. Il Borussia Moenchengladbach? È una squadra costruita per la Champions, hanno qualità alte. Sarò una sfida che dovrà mettere gioia, per essere noi stessi e provare a fargli male".

"Eusebio Di Francesco (Allenatore Sassuolo): "Ho fatto fatica a dire qualcosa ai miei ragazzi: tranne che per qualche disattenzione, per noi creare 4-5 palle gol a Firenze è motivo di orgoglio. Non posso rimproverare niente. Quando si crea così tanto devi concretizzare, questo è stato il nostro difetto. Mi sono arrabbiato con i miei quando alla fine del match si buttano le palle lunghe in preda alla frenesia. Cannavaro non stava bene, abbiamo subito due infortuni gravi che si aggiungono alla lunga lista di indisponibili, e noi non ce lo possiamo permettere. Federico Chiesa? Il padre non mi ricordo bene come giocava di ruolo, mi sembrano giocatori diversi. Federico svaria molto in avanti, per l’età che ha giocare nella Fiorentina non è scontato. Non è facile per il cognome che si porta, siate bravi a sostenerlo anche voi perché ha qualità veramente importanti. Il fatto di fare trasferta lunghissime in Europa League ti toglie energie per il Campionato. Per noi è stata dura. Sulla panchina viola? Voci che fanno piacere, ma ho un contratto per altri 2 anni con una clausola con il Sassuolo: mi gratifica molto essere accostato ad una panchina importante come quella viola, ma non mi sembra opportuno parlarne adesso. Avete un ottimo allenatore come Sousa e ho una società alle spalle con grandi prospettive di crescita".

"-  Kalinic: tornare al goal per un attaccante è sempre una gioia e una liberazione. Ancor di più quando lo si fa con una doppietta figlia di due goal capolavoro. Se solo non si fosse beccato quel giallo allo scadere, i suoi fantallenatori avrebbero davvero potuto godersi appieno la serata.

"-  Acerbi: il più pericoloso tra le fila neroverdi. Peccato solo per il goal e quel +3 arrivato a gara quasi terminata.