Inter, cessione in vista per Nainggolan?

Radja Nainggolan sospeso dall’Inter per motivi disciplinari potrebbe essere ceduto

di Massimo Angelucci

Oltre al danno, anche la beffa., Potrebbe essere questa la frase che racchiude per intero il momento dell’Inter. Infatti, oltre, il pareggio-beffa in extremis firmato da Sergio Pellissier, a rigirare il coltello nella piaga ci ha pensato il centrocampista belga Radja Nainggolan, il giocatore, su cui l’allenatore nerazzurro Luciano Spalletti aveva puntato per il rilancio nerazzurro ed invece, almeno fin qui, ha deluso tutto l’ambiente nerazzurro, non solo all’interno, ma anche e soprattutto al di fuori del campo da gioco.

Infatti, ad Appiano Gentile hanno deciso di usare il pugno duro contro il giocatore dopo l’ennesimo ritardo all’allenamento. Questa però, è stata solamente la goccia che ha fatto traboccare il vaso, ormai colmo di tutti i comportamenti poco professionali del “Ninja“, e forse anche un segnale all’intera squadra: con l’arrivo del nuovo amministratore delegato Beppe Marotta certi comportamenti non sono più tollerati. La penultima bravata, in ordine di tempo, è stata una notte al casinò dove il Ninja è stato vittima di una truffa: gli è stato clonato un assegno del valore di 150 mila €, la cifra che avrebbe perso in una notte alla roulette e dalle indagini risulta che non è nemmeno la prima volta che Radja gioca e perde ingenti somme di denaro. Un comportamento che ha spazientito anche i tifosi.

NAINGGOLAN, IL COMUNICATO NERAZZURRO

Il comunicato viene emesso alle ore 14: “FC Internazionale Milano comunica che Radja Nainggolan è momentaneamente sospeso dall’attività agonistica per motivi disciplinari”. Per la cronaca, Nainggolan si era presentato all’allenamento con 15 – 20 minuti di ritardo ma, lo ripetiamo, questo è solo l’ultimo di una lunga serie di comportamenti che nel centro sportivo nerazzurro non saranno più tollerati. A causa di questa decisione, il centrocampista belga salterà il match contro il Napoli, fondamentale anche per i nerazzurri in ottica secondo posto, e molto probabilmente anche quello contro l’Empoli, ultima partita del girone di andata. Nonostante ciò, Nainggolan continuerà ad allenarsi ad Appiano Gentile, in attesa di ulteriori riscontri da parte della società.

Per rivederlo in campo, però, dovremmo aspettare il nuovo anno, quando comincerà il girone di ritorno contro il Sassuolo, con l’obiettivo di migliorare una stagione con più ombre che luci. I numeri parlano chiaro: 15 presenze stagionali, tra Campionato e Champions League con soli tre goal all’attivo. Dulcis in fundo, solo 254 minuti giocati dal 21 ottobre ad oggi. Troppo poco per un giocatore delle sue potenzialità.

INTER, GRANA NAINGGOLAN: CESSIONE IN VISTA?

Nonostante la volontà di recuperare il rapporto con il giocatore, nella Milano sponda nerazzurra si sta anche ventilando l’ipotesi di una possibile cessione, se non a gennaio, improbabile, con più probabilità a giugno. Fino a questo momento, l’investimento di 40 milioni di € più la cessione alla Roma di Nicolò Zaniolo non sta andando come sperato. La cessione di Zaniolo, in estate, è stato un sacrificio necessario per rispettare i parametri del FPF, anche se dal prossimo anno tali vincoli non saranno più validi nei confronti dei nerazzurri. È anche una questione sia di bilancio che di caselle Uefa: se dovesse uscire Nainggolan, costo di 39.2 milioni di €, ci sarebbe la possibilità di inserire nella lista Joao Mario o Gagliardini, oppure, di intervenire sul mercato. Se dovesse arrivare una proposta indecente dall’estero, l’Inter l’ascolterebbe di sicuro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy