Inter, Godin: quando manca la scintilla

Inter, Godin: quando manca la scintilla

L’arrivo di Godin in estate, ma annunciato già diversi prima, aveva fatto sognare tutto l’ambiente nerazzurro, ma qualcosa non ha funzionato.

di Giovanni Sichel, @SichelGiovanni
Diego Godin

Sarebbe dovuto essere l’uomo d’esperienza. Quello che, nelle partite importanti, avrebbe dovuto dare mentalità a tutto il reparto difensivo. Quello che avrebbe dovuto far fare l’ultimo salto di qualità a una difesa già considerata fra le migliori d’Italia. Invece, Godin, è finito nell’ultimo periodo a fare la riserva del giovanissimo Bastoni, sempre più in basso nelle gerarchie di mister Conte.

INTER: GODIN VIA GIÀ IN ESTATE?

L’ex colonna dell’Atletico del Cholo, l’uruguagio che non molla mai, in Italia non sembra essere riuscito ad ambientarsi. O, più semplicemente, non è riuscito a entrare nei panni cuciti per lui dal mister Antonio Conte. L’allenatore ex Chelsea, del resto, chiede ai suoi difensori un lavoro straordinario anche in fase di impostazione. Diego Godin, invece, è un giocatore spesso spregiudicato, che tante volte segue l’istinto lanciandosi in chiusure che a volte possono risultare decisive, ma altre volte sono disastrose e nelle sue 16 presenze in Italia ne abbiamo visto alcuni esempi.

Certo, per l’Inter si tratterebbe comunque di una risorsa anche per l’anno prossimo, ma difficilmente il 34enne difensore accetterebbe di far panchina per un’altra stagione. Spunta allora la pista di un possibile ritorno all’Atletico Madrid dove il Cholo lo accoglierebbe a braccia aperte. Nulla però è ancora certo. Se e quando il campionato ripartirà Godin avrà ancora la possibilità di riguadagnarsi i gradi da titolare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy