Lazio, infortunio per Lazzari durante test con la Primavera: tempi di recupero incerti

Lazio, infortunio per Lazzari durante test con la Primavera: tempi di recupero incerti

Il calciatore è uscito anzitempo dal campo, poco prima dell’intervallo, a causa di uno scontro con Falbo durante il test contro la Primavera.

di Mario Ruggiero, @MarioRuggi

SFIDA LA REDAZIONE DI FANTAMAGAZINE SU MAGIC
Crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport!


AGGIORNAMENTO 19/08 ore 9: Manuel Lazzari ko. Il velocissimo esterno di centrocampo si è infortunato nel corso di un’amichevole contro la Primavera biancoceleste riportando la frattura scomposta a carico del terzo metacarpo della mano destra. Si lavora su un recupero lampo, magari in vista del derby del primo settembre. L’unica cosa certa è che l’ex Spal sarà costretto ad operarsi.

Di seguito il comunicato del club sulle condizioni del calciatore:

“Il calciatore Manuel Lazzari, nel corso della partita amichevole contro la formazione della Primavera biancoceleste, a seguito di un fortuito infortunio di gioco, ha riportato la frattura scomposta a carico del terzo metacarpo della mano destra.

Tale frattura necessiterà nei prossimi giorni di riduzione e sintesi chirurgica non appena le condizioni locali della mano del calciatore lo consentiranno”.

Lazio in apprensione. Manuel Lazzari, uno dei fiori all’occhiello della campagna acquisti di quest’estate, è rimasto a terra a pochi minuti dall’intervallo durante l’amichevole con la Primavera guidata da Leonardo Menichini. Il calciatore, dolorante alla mano destra dopo un contrasto con il dirimpettaio Falbo, ha ricevuto immediatamente le cure dello staff medico biancoceleste.

Sul sito ufficiale del club capitolino, il dottor Melli, ha spiegato le sue condizioni di salute:

“Manuel Lazzari ha subito un trauma di tipo distorsivo sub-lussativo a
l metacarpo. Al momento il giocatore è in clinica per sottoporsi ad una radiografia quindi potremo effettuare una diagnosi solo in un secondo momento: il dolore si è attenuato, la mano è più sgonfia. Non avendo ancora i risultati non possiamo esprimerci più di tanto. Andremo a valutare eventuali lesioni ossee: il dito è rimasto bloccato nella maglia dell’avversario in un contrasto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy