Fiorentina, Montella: “Chiesa può trascinarci, Boateng è a disposizione”

Il tecnico viola è intervenuto alla vigilia del match casalingo contro l’Inter.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Le quattro sconfitte consecutive e la prolungata assenza di Ribery sono ormai realtà, ma la Fiorentina non demorde e contro la capolista Inter è disposta a dare il tutto per tutto. Per il match Vincenzo Montella conta sull’apporto di Chiesa e delle altre giovani risorse.

LE PAROLE DI MONTELLA

Su Chiesa: “È uno di quelli che può trascinarci, ma non è solo e non dobbiamo caricarlo troppo. Lui sa di poter risolvere le partite, ma non possiamo appoggiarci solo su di lui”.

Sul periodo negativo: Qualcosa mi devo rimproverare se veniamo da quattro sconfitte consecutive. C’è stata la fase iniziale, quella dell’esaltazione e quella della difficoltà. Dobbiamo trovare un equilibrio, ora siamo in salita. Ho scalato tante montagne e poi ho visto il sole. Le motivazioni domani non mancheranno: Firenze ci aiuterà, queste due partite in casa possono darci molto”.

Su Ribery: “È un’assenza pesante. Ho imparato a conoscere un grande uomo: per me è più grande come uomo che come calciatore, ne ho avuta la riprova in questi giorni. È stato deciso di guarire in modo definitivo con l’operazione, la scelta sua e della società la rispetto e la comprendo. Boateng? Sta bene, ha fatto una buona settimana. Si è riposato, sarà a disposizione più fresco”.

Su Pezzella: “Lui non ha paura, vuole esserci. Ha grande temperamento, è abituato a giocare con la mascherina, non è la prima volta“.

Su Vlahovic: “Ci abbiamo puntato dal primo giorno. Ha grandissime qualità, farà un percorso. Ha tanta voglia di lavorare e di migliorarsi: vuole spaccare sempre il mondo, sono contento della sua crescita”.

Sulla tattica: “Cambiare tanto non mi piace, qualcosa sì, cambieremo. Devo dare certezze alla squadra, ho le idee chiare. Pedro? È una risorsa, come gli altri attaccanti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy