Il Fantaeditoriale – Bentornato fantacalcio!

Il Fantaeditoriale – Bentornato fantacalcio!

Dal catenaccio alla staffilata, anche se con un po’ di ritardo: bentornato fanta!

di Nicolò Premoli, @NicoloPremoli

Qualcuno è ancora seduto davanti alla televisione in attesa di un bonus e si ritrova a vivere i secondi tempi delle partite della domenica vittima dei mali di gioventù di DAZN. Di una prima giornata iniziata a rilento nell’etere, con il passo della fibra ottica in serie A.

Calcio d’agosto che sa già di settembre. Con i riflettori puntati dritti al Bentegodi. La Prima di Cristiano Ronaldo, il Primo Catenaccio del Chievo che rinuncia anche a Birsa pur di rendere la vita difficile alla squadra di Allegri. Stepinski passa da mediano ad attaccante ed insacca dopo il vantaggio di Khedira. Il pessimismo cosmico cala con il rigore di Giaccherini, il sereno calcistico per i bianconeri porta il nome di Bernardeschi. Cede l’ultima resistenza clivense dopo che anche Sorrentino aveva alzato bandiera bianca.

Chissà cosa avranno pensato i tifosi laziali vedendo la rete di Immobile, magari in differita di un paio di minuti. Accelerazione, tacco a saltare tre difensori e palla nell’angolo dove Karnezis può solo immaginare di arrivare. Arriva però anche il pari della truppa di Ancelotti che ha in Milik l’arma in più. Dimenticato un mondiale opaco, l’ariete polacco ha tutto per fare bene. Proprio come Insigne che la Russia l’ha vista soltanto con il binocolo.
A proposito di sguardo rivolto al futuro: quello di Kluivert che vede Dzeko al centro dell’area è sicuramente carico di speranza. Un esordio con i fiocchi, condito da un assist. La concorrenza è dietro l’angolo, i peccati di gioventù – come quelli di DAZN – non mancheranno di certo. Ma ora come ora è lecito coccolarsi l’olandese leggendo il suo nome nella propria fantarosa.

Infine, per chi torna a calcare i campi della massima serie, arrivano quattro punti. Aspettando Gervinho il Parma parla Inglese, l’Empoli con Krunic e Caputo stende un Cagliari dove non basta Barella. E il primo derby emiliano? Lo risolve un’altra “kappa”, quella di Kurtic. Staffilata dalla distanza, pallone nel sette.
E che dire del posticipo del lunedì – mercoledì se avete ancora il naso su DAZN – dove Gomez firma il suo personale “due più due”. Assist per Hateboer e Pasalic, due reti a trafiggere Sportiello dopo il palo di Ciano che aveva illuso il Frosinone. Se questo è l’inizio non resta che sedersi e godersi lo spettacolo: in ritardo o no ma i bonus arriveranno. Bentornato Fanta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy