Fantacalcio Lazio, Reina si è preso la porta: e ora Strakosha può lasciare

Lo spagnolo è stato scelto anche per il derby, complice l’infortunio di quello che, ormai, è il secondo portiere.

di Mauro Maccioni

Il tempo in cui Strakosha difendeva la porta della Lazio sembra ormai lontano, anche se le prove contro la Fiorentina hanno lanciato qualche schiarita. Poi l’infortunio rimediato proprio contro i viola e la scelta di Reina a difendere la porta nel derby. Che ne sarà ora di Strakosha?

LA STAGIONE DI STRAKOSHA

Era solo l’anno scorso quando Strakosha godeva del ruolo di intoccabile, là a proteggere la porta biancoceleste. Nessuno avrebbe potuto detronarlo, e il trend sembrava, almeno a inizio stagione, poter continuare senza intoppi. L’acquisto di Reina, almeno sulla carta, avrebbe garantito un ricambio di qualità eccelsa e la possibilità di aumentare l’esperienza nel gruppo, soprattutto in vista di un cammino in Champions più lungo rispetto alle scorse stagioni.

La realtà, però, non si è rivelata tale: il Covid ha fermato Strakosha dopo un inizio da numero 1, lasciando la porta nelle mani del 38enne spagnolo. Che, dal canto suo, si è fatto trovare pronto. Talmente pronto da rubare il posto all’albanese, che si è accomodato per 16 volte in panchina a guardare il compagno di reparto.

Se con la Fiorentina Inzaghi ha voluto mandare un messaggio, schierandolo dall’inizio, Strakosha non sembra aver risposto. L’infortunio rimediato contro i viola lo terrà ai box per diverso tempo e, da qualche giorno, è spuntata una versione un po’ più “piccante”. Pare, infatti, che il portiere abbia avuto un confronto con la società per il suo scarso utilizzo. Nulla è confermato, ma gli aggiornamenti non tarderanno ad arrivare.

RINNOVO E MERCATO

Si muove, in questo senso, il discorso sul rinnovo che – nel caso non si fosse intuito – non precede spedito. Già qualche mese fa si era parlato del contratto dell’albanese, ma la situazione si è stagnata come da premesse, con continui ritardi e mancati accordi. Ora, il contratto in scadenza nel 2022 è una necessità per l’una e per l’altra parte. La Lazio non vuole assolutamente perdere il calciatore a zero, ma quest’ultimo non ha intenzione di continuare a giocare poco, buttando all’aria gli anni migliori della sua carriera. Per questo è probabile un nuovo incontro nell’immediato futuro, nel tentativo di venirsi incontro.

La cessione di Strakosha non è un miraggio, resta solo da capire con che tempistiche e modalità. Quel che filtra è proprio questo, ovvero un addio prima della scadenza: la Lazio farebbe una grossa plusvalenza e Strakosha potrebbe trovare una dimensione in cui dimostrare ai biancocelesti di aver commesso un errore. Palla al tempo dunque, che come sempre ci saprà dire di più. La Lazio e Strakosha, comunque, cominciano a viaggiare su binari diversi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy