news

ESCLUSIVA FMAG – Lucchesi (Allenatore.net): “Tattica e fantacalcio”

Si parla di tattica con Massimo Lucchesi, Direttore di Allenatore.net e Newsoccerdrills.com

Francesco Spadano

Intervista a Massimo Lucchesi, Direttore di Allenatore.net e Newsoccerdrills.com, con all'attivo una decina di pubblicazioni per allenatori di calcio. Lucchesi cura, dal 2007, la rubrica "L'Allenatore sul campo" per la rivista "L'Allenatore" (bimestrale ufficiale dell'AIAC, Associazione Italiana Allenatori Calcio) e collabora con riviste del settore come World Soccer Digest e Soccer Journal.

Esclusiva Fantamagazine - Lucchesi (Allenatore.net): "Tattica e fantacalcio"

Quali sono gli allenatori che hanno portato più novità in questa prima parte della stagione? Quali fanno giocare un bel calcio alle loro squadre?

La vera novità di questa stagione è la Fiorentina di Paulo Sousa che a mio avviso gioca il miglior calcio della serie A. Molto bene anche il Napoli a cui Sarri è stato bravo a dare una forte identità tattica, rivedendo il progetto di puntare sul 4-3-1-2. Tra le squadre che giocano meglio citerei anche il Sassuolo di Di Francesco, il Chievo di Maran, il Torino di Ventura e l'Empoli di Giampaolo.

Il bel gioco dell'Empoli è una sorpresa o era prevedibile? Il merito è tutto di Giampaolo o il lavoro di Sarri è stato, comunque, determinante?

Giampaolo è un ottimo tecnico, meticoloso, preparato e competente. I meriti dell'Empoli sono però di MarcelloCarli, il direttore sportivo che prima ha recuperato Sarri, portandolo sulla panchina dell'Empoli dopo tanta dura gavetta in serie C; poi ha rispolverato Giampaolo che dopo il traumatico abbandono di Brescia allenava a Cremona, sempre in serie C.

Quali sono le squadre che potranno migliorare nella seconda parte della stagione, anche in virtù del lavoro svolto dai propri allenatori?

Il Genoa se recupera i tanti infortunati è destinato a risalire la classifica. La squadra ha una identità precisa, Gasperini è un tecnico capace e i risultati tutt'altro che convincenti sono a mio avviso dovuti ad una squadra falcidiata dagli infortuni.

Potrà fare meglio anche la Roma se recupera gli infortunati e un pò di tranquillità e autostima. La rosa è di buon livello, Garcia non è uno sprovveduto anche se sono convinto che non riuscirà ad essere per la Roma quel valore aggiunto come lo è Sarri per il Napoli o Sousa per la Fiorentina. 

Si assiste spesso allo spostamento del trequartista o giocatore di maggior talento sulla fascia. È più una moda o un'esigenza tattica e di equilibrio? Il trequartista, spostato sulla fascia, può risentirne in termini di minor efficacia in zona gol/assist? Sarri ad esempio ha dovuto cambiare assetto in tal senso, dopo l'inizio stentato del 4312.

Il rombo in mezzo al campo ti consente di palleggiare con maggiore facilità e di poter controllare il gioco. Sarri ci ha provato ma poi ha virato sul 4-3-3 proprio per esaltare al meglio le caratteristiche dei giocatori di migliore qualità. Una scelta intelligente e legittima: le azioni vincenti dipendono principalmente dalle qualità dei giocatori ed è fondamentale che l'allenatore sappia creare quelle interazioni tattiche in grado di esaltarne le doti attraverso la scelta del sistema di gioco più idoneo.

Su quali squadre si può puntare se si cerca solidità difensiva e quindi meno gol subiti? Quali squadre saranno invece le più prolifiche? Ci potranno essere delle variazioni rispetto alle tendenze avute in questa prima parte di stagione?

Difensivamente parlando il Napoli e l'Empoli sono le squadre meglio organizzate. Juve ed Inter possono contare su difensori eccellenti e questo è un fattore fondamentale. In attacco punterei sul gioco della Fiorentina e sul Napoli che ha organizzazione e singoli molto ispirati. Anche il Genoa è una squadra destinata a crescere e Gasperini punta spesso nel fare un goal più dell'avversario. Il punto interrogativo è la Samp. La rosa è buona ma gli attaccanti sono più da squadra che tendenzialmente sfrutta il contropiede che non il palleggio. Questo Zenga l'aveva capito, la tifoseria ed il presidente un pò meno. Vedremo se Montella sarà in grado di dare gioco ed efficacia ad una squadra ancora alle ricerca di una vera identità. Tra le squadre destinate a crescere punto sul Torino che ha ottenuto meno punti di quelli che avrebbe meritato sul campo.   

tutte le notizie di