Dubbi e ballottaggi 16a giornata: da De Paul a Buffon, da Insigne a Kolarov, da Ciciretti a Acerbi

Dubbi e ballottaggi 16a giornata: da De Paul a Buffon, da Insigne a Kolarov, da Ciciretti a Acerbi

Tanti dubbi nelle sfide che ci attendono in questa 16a giornata. Sarri prova a recuperare Insigne, Di Francesco medita un turno di riposo per Dzeko o El Shaarawy. Mihajlovic perde Ansaldi, mentre Inzaghi ritrova Felipe Anderson. Esordio sulla panchina del Crotone per Walter Zenga.

di Marco Agostinelli, @Ago_el_loco

Il weekend è ormai alle porte e la 16a giornata si avvicina. Si inizia sabato alle ore 18 con Cagliari-Sampdoria e si prosegue alle 20.45 con il derby d’Italia Juventus-Inter. Nel lunch match della domenica Chievo-Roma e in serata nel posticipo Milan-Bologna. Il turno si concluderà con il doppio posticipo del lunedì, alle 19 Genoa-Atalanta e alle ore 21 chiuderà la giornata Lazio-Torino.

TUTTI I CALCIATORI IN DUBBIO E BALLOTTAGGIO NELLA 16a GIORNATA DI SERIE A

Cagliari – Diego Lopez prova a recuperare Andreolli, per affiancarlo a Ceppitelli e Romagna, altrimenti ancora spazio a Pisacane. In attacco confermato Joao Pedro e a centrocampo Dessena al posto dello squalificato Barella. Il dubbio più importante è quello che riguarda il portiere con Cragno leggermente favorito su Rafael.

Sampdoria – Pochissimi dubbi di formazione per Giampaolo, che ritrovando Strinic conferma di fatto, il suo undici tipo. L’unica novità potrebbe essere rappresentata dall’inserimento di Caprari all’inizio al posto di Ramirez.

Juventus – Con Buffon in dubbio, potrebbe toccare nuovamente a Szczesny difendere la porta bianconera. Torna titolare Mandzukic sulla sinistra, mentre a destra è sfida aperta tra Cuadrado e Douglas Costa, con Bernardeschi leggermente indietro. In difesa De Sciglio e Alex Sandro esterni con Chiellini e Benatia (favorito su Rugani.

Inter – Spalletti ritrova Miranda, Gagliardini e Vecino e pare orientato a rilanciare tutti e 3 dall’inizio con l’avanzamento di Borja Valero sulla trequarti, anche se Brozovic scalpita. In attacco tridente confermato, mentre in difesa Nagatomo insidia la titolarità di Santon.

Chievo – In casa Chievo si prova a recuperare Hetemaj, altrimenti Depaoli favorito sull’influenzato Rigoni per sostituirlo. In difesa ballottaggio aperto tra Dainelli e Gamberini per affiancare Tomovic. Conferma in attacco per la coppia Meggiorini-Inglese, con Pellissier e Pucciarelli pronti a subentrare.

Roma – Dopo la qualificazione alle fasi finali di Champions, Di Francesco medita qualche cambio. I dubbi maggiori riguardano gli esterni con Perotti sicuro del posto e con ballottaggi aperti tra Florenzi-Bruno Peres per la corsia destra, Kolarov-Emerson per quella mancina e con Gerson e lo stesso Schick che sfidano El Shaarawy. Dzeko dovrebbe partire ancora titolare.

Napoli – Sarri proverà fino all’ultimo a recuperare Insigne, in caso contrario ancora spazio a Zielinski (in gol in Champions). Per il resto undici confermato, con Maggio che prova ad insidiare la titolarità di Mario Rui.

Fiorentina – Non dovrebbero esserci novità tra i viola, con Pioli che sembra orientato a confermare l’undici che ha battuto il Sassuolo nell’ultimo turno di campionato, con il tridente formato da Chiesa e Thereau a supporto di Simeone.

Spal – Ballottaggio Salamon-Cremonesi per sostituire lo squalificato Felipe al centro della difesa a 3. In mezzo al campo potrebbe esserci Mora al posto di Grassi e in attacco al fianco di Paloschi, sfida apertissima tra il recuperato Antenucci (lievemente favorito), Borriello, Bonazzoli e Floccari.

Verona – Rientrano dalla squalifica Heurtaux e Fares che dovrebbero riprendere il loro posto in difesa. Difficile vedere Pazzini dall’inizio, ancora alle prese con qualche problema fisico, potrebbe toccare a Kean giocare al fianco di Cerci e Verde. Confermato Buchel in mezzo al campo dopo l’ottima prestazione contro il Genoa.

Udinese – Oddo sembrerebbe orientato a confermare l’undici che ha schiantato il Crotone nello scorso turno, con la coppia d’attacco Lasagna-Maxi Lopez, con De Paul nuovamente in panchina. In difesa in dubbio Angella, se non recupera pronto Nuytinck.

Benevento – La squalifica di Cataldi apre il ballottaggio Del Pinto-Viola per sostituirlo; De Zerbi ritrova Ciciretti che però partirà dalla panchina mentre in attacco con Iemmello ancora out (almeno altri 15 giorni) Puscas sfida Armenteros dopo il gol al Milan.

Sassuolo – Iachini orientato a confermare la difesa a 3, ma tutto dipenderà da Acerbi che ha qualche problema fisico. Qualora non dovesse recuperare si passerà a 4 con Peluso e uno tra Gazzola e Lirola abbassati da terzini. In attacco Falcinelli sfida Matri.

Crotone – Dopo le dimissioni di Nicola, ci sarà da vedere come sarà il nuovo Crotone di Zenga, anche se sarà difficile vedere stravolgimenti di formazione fin da subito. Rientra Budimir dalla squalifica e al suo fianco Tonev sembra favorito su Trotta. In difesa Ajeti e Martella potrebbero avere la meglio su Simic e Pavlovic.

Milan – Senza Romagnoli squalificato, Gattuso potrebbe inserire Zapata o arretrare Rodriguez. In questo caso ci sarebbe spazio per uno tra Abate e Calabria con Borini spostato a sinistra. Biglia favorito su Montolivo in mezzo, e in attacco confermato il tridente Suso-Kalinic-Bonaventura.

Bologna – Tra i felsinei i dubbi maggiori riguardano la difesa con Gonzalez ed Helander in ballottaggio con De Maio e Maietta per i due posti da centrale e Mbayè che sfida Torosidis. In attacco confermato Destro con Palacio e Verdi.

Genoa – Ballardini confermerà l’undici che ha espugnato il Bentegodi anche se il dubbio Laxalt potrebbe portare all’inserimento di Migliore o Lazovic a scopo precauzionale. Confermato Pandev in attacco con Lapadula pronto a subentrare.

Atalanta – Dopo le fatiche europee, Gasperini valuta il turnover e soprattutto le condizioni di Gomez, uscito acciaccato dal match, ma che dovrebbe stringere i denti. Palomino pronto a giocare dall’inizio con Toloi principale indiziato ad un turno di riposo. In attacco Petagna confermato dopo il gol al Lione, mentre Ilicic potrebbe partire dalla panchina con De Roon titolare.

Lazio – Prima convocazione per Felipe Anderson che partirà dalla panchina. Gli unici dubbi di Inzaghi riguardano le corsie esterne con Basta e Lukaku che potrebbero dare un turno di riposo a Marusic e Lulic; molto probabile però una conferma dell’11 titolare delle ultime sette gare.

Torino – Mihajlovic si affida a Barreca per sostituire Ansaldi, mentre dovrà decidere chi tra Lyanco e Burdisso affiancherà N’Koulou. In attacco Niang in panchina, mentre dovrebbe essere confermato il terzetto Baselli-Rincon-Obi in mezzo al campo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy