Coronavirus e Serie A sospesa: la decisione del consiglio straordinario della Figc

Coronavirus e Serie A sospesa: la decisione del consiglio straordinario della Figc

Ecco le decisioni del consiglio straordinario della Figc che si è svolto nella giornata di oggi.

di Massimo Angelucci

L’atteso consiglio straordinario, in programma oggi nella sede della Figc per far fronte all’emergenza Coronavirus, ha stabilito la convocazione di un nuovo consiglio straordinario per il 23 marzo, dove si deciderà se e come portare a termine la stagione. Quest’oggi si sono fatte solamente diverse ipotesi, più o meno attuabili, per far sì che le diverse competizioni organizzate dalla Federcalcio possano concludersi, ma per avere delle decisioni definitive bisognerà aspettare ancora 13 giorni.

IPOTESI PLAYOFF SCUDETTO

Oggi in via Allegri, a Roma, erano fisicamente presenti il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina, il presidente della Lazio e consigliere di Lega Claudio Lotito e il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli. Insieme hanno avanzato 4 ipotesi per concludere questa stagione travagliata.

Ghirelli non ha perso la speranza “di recuperare le partite di campionato oltre il 24 maggio“, data in cui, ad oggi, è in calendario l’ultima giornata di campionato. Altre alternative prese in esame, ma ancora in fase embrionale, sono state la non assegnazione del titolo, l’assegnazione dello scudetto in base alla classifica odierna e, quella più clamorosa e forse intrigante, la disputa dei playoff per assegnare il titolo di Campione d’Italia. Ghirelli ammette che questa in effetti “è una possibilità“.

Molto, se non tutto, dipenderà da una decisione dell’Uefa su un eventuale rinvio di Euro 2020 al 2021. Per questo, molto probabilmente, si è deciso di rimandare il tutto al 23 marzo, quando “le singole leghe dovranno prendere delle decisioni per avere una linea comune in questa situazione d’emergenza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy