Torino, Mazzarri: “Izzo e Nkoulou sono più avanti degli altri. Sirigu è il più forte”

Torino, Mazzarri: “Izzo e Nkoulou sono più avanti degli altri. Sirigu è il più forte”

Il tecnico granata ha parlato alla stampa alla vigilia del big match casalingo contro il Napoli.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

La sconfitta di Parma brucia ancora, ma il Torino non vuole perdersi d’animo e sotto la guida di Walter Mazzarri proverà a dare del filo da torcere al Napoli, facendo leva principalmente sulla propria difesa.

LE PAROLE DI MAZZARRI

Sulla partita: “Speravamo di non arrivare a giocare contro il Napoli dopo una sconfitta a Parma. A Parma abbiamo commessi vari errori ma finché eravamo in undici abbiamo dato l’impressione di poterla vincere e abbiamo fatto una buona partita. Ora archiviamola. In questa settimana abbiamo lavorato sulla testa. Il Napoli ha messo sotto il Liverpool che è Campione d’Europa, ma Ancelotti non ci sottovaluterà. Se giocano con la rabbia e la concentrazione come se affrontassero una partita di Champions possono mettere in difficoltà chiunque. Noi andiamo a caccia della continuità, quest’anno abbiamo più alibi per via della la preparazione estiva anticipata. Quando staremo bene, dovremmo andare a fare le stesse cose con tutti”.

Sulle sostituzioni: “Quando abbiamo una rosa di 26-27, a parte gli undici che giocano e i tre che entrano, gli altri sono più scontenti. E chi gioca poco non è che poi quando entra è così motivato. Io non posso controllare l’umore di chi gioca poco, non so come stia dentro”.

Su Verdi: “Si è dovuto inserire, è arrivato in ritardo, ovviamente da lui voglio continuità”.

Su Sirigu: “Non mi piace fare paragoni con altri portieri. De Sanctis l’ho avuto per quattro anni a Napoli, mi ha dato il 120%, Sirigu secondo me in questo momento se non è il primo è il secondo in Italia, è il più forte e lo posso dire anche se sono di parte.

Su Iago Falque: “Non ha il minutaggio per giocare dall’inizio, però sono sicuro che se entrerà a gara in corso giocherà ad un buon livello”.

Sulla difesa: “Izzo e Nkoulou partono leggermente più avanti agli altri, invece il resto dei difensori è alla pari. Vedrò oggi chi scegliere e lo farò in base alla forma. Schierarne tre non vuole dire non poter fare la difesa a quattro, ho giocatori duttili”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy