Torino, Mazzarri: “Iago Falque non può partire titolare. Distorsione alla caviglia per Berenguer”

Torino, Mazzarri: “Iago Falque non può partire titolare. Distorsione alla caviglia per Berenguer”

Il tecnico granata è intervenuto alla vigilia della trasferta a Udine.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Dopo il pareggio a reti inviolate con il Napoli, il Torino e Walter Mazzarri si apprestano ad affrontare l’Udinese alla Dacia Arena, in una gara che nasconde non poco insidie per i granata.

LE DICHIARAZIONI DI MAZZARRI

Sulla partita: “L’Udinese si affronta con intelligenza ed equilibrio. Bisogna avere grande rispetto per l’avversario, vedere il pericolo ed evitare gli errori che abbiamo già fatto in passato. Alcune cose avremmo dovuto farle meglio, le abbiamo pagate a caro prezzo e i ragazzi sanno cosa devono fare. Sono stato chiaro su come interpretare la gara, speriamo che tutto questo basti per fare una grande partita. Se non facciamo la partita con intelligenza, contro giocatori del calibro di Lasagna, De Paul e Okaka e tanti altri, andremo in difficoltà. Non possiamo pensare di andare lì all’arma bianca”.

Sui cambi di modulo: “La forza dello scorso anno è stata l’organizzazione e la condizione fisica. Ora ho dovuto cercare di tenere botta in alcune partite, quando non ci sono tutti i giocatori in forma può capitare. Abbiamo fatto delle prove, gli infortunati stanno crescendo di condizione e domani dopo aver parlato con tutti deciderò la formazione”.

Su Izzo-Nkoulou intoccabili: “Una volta si giocava a uomo, ora il calcio è cambiato. Dipende cosa vuol fare un allenatore, i numeri lasciano il tempo che trovano. In fase difensiva ci sono adattamenti difensivi, con il Napoli difendevamo a quattro e attaccavamo a tre. I meccanismi sono fondamentali. La formazione tanto non ve la dico. La gerarchia è dettata da quello che è l’ultima partita e da ciò che mi fanno vedere in allenamento durante la settimana. I giocatori devono parlare poco e correre tanto”.

Su Iago Falque: “E’ partito benissimo e titolarissimo. Era quello che in ritiro stava meglio di tutti. Poi purtroppo c’è stato questo grave infortunio. Ha dovuto ricominciare da capo quando è iniziato il campionato e gli altri andavano a mille. Stimo tanto Iago, ma tutti per giocare titolari devono stare benissimo. Lui è uno di quelli che ho visto in crescita, è quasi pronto a giocare dall’inizio. Per ora è meglio che non giochi titolare, è l’unica cosa che vi posso anticipare. E poi con lui bisogna valutare se adottare un modulo ancora più offensivo”.

Su Berenguer: “Ha subito una distorsione alla caviglia in partitella”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy