Milan, Krunic: “Sono una mezz’ala moderna. Ammiro De Bruyne. Bennacer è ai livelli di Paredes e Pjanic”

Milan, Krunic: “Sono una mezz’ala moderna. Ammiro De Bruyne. Bennacer è ai livelli di Paredes e Pjanic”

Rade Krunic si presenta alla stampa a Milanello. Tanti gli argomenti toccati in conferenza dal centrocampista bosniaco

di Mario Ruggiero, @MarioRuggi

Dopo le prime settimane di allenamento, e alla vigilia della partenza per la International Champions Cup, Rade Krunic si è presentato alla stampa a Milanello, insieme all’altro nuovo acquisto rossonero Theo Hernández. Questi i passaggi salienti della conferenza stampa del centrocampista bosniaco.

PRIMO IMPATTO

La prima impressione è stata fantastica, come me l’aspettavo. Sono in una grande società, finora mi sto trovando benissimo e non vedo l’ora di giocare in questa squadra indossando la maglia rossonera. Sognavo il Milan fin da bambino, soprattutto da quando sono in Italia. Sono felicissimo di essere diventato un giocatore di livello e di essere in questo grande club“.

LA CONDIZIONE
Sto bene, molto meglio, ho già iniziato a fare qualcosa in gruppo. Forse potevo già tornare in squadra ma non abbiamo voluto rischiare, penso che in America riprenderò la condizione massimale“.

SUL SUO RUOLO
Sono una mezz’ala moderna, abile in entrambe le fasi di gioco. Prima mi dicevano che assomigliavo ad Hamsik, ma penso che lui abbia più qualità tecniche e io invece più fisiche. Il mio idolo è Kaká anche se lui era più offensivo e trequartista, per caratteristiche guardo tantissimo anche De Bruyne. Mi sento molto maturato rispetto ai primi anni in Italia: la mia qualità più importante sono le accelerazioni palla al piede. Mi sento forte sia tecnicamente che fisicamente“.

SU MISTER GIAMPAOLO
Lo conosco da quattro anni, è stato il mio primo allenatore in Italia. Non è cambiato: ha una grande visione di gioco, gli piace il possesso di palla e per noi giocatori ci sarà da divertirsi in campo. Noi giovani potremo crescere molto con lui. Il Mister si meritava questa chance e potrà fare molto bene al Milan, come ha già fatto all’Empoli e alla Sampdoria“.

SU BENNACER
Per me sarebbe prontissimo per il Milan, è fortissimo. In passato ho giocato con calciatori come Pjanic e Paredes in posizione da play, secondo me Bennacer è vicino a loro come livello. Sarei contento se arrivasse“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy