Milan, Maldini: “Modric profilo perfetto, ma mai trattato. Hernandez è uno dei migliori terzini al mondo”

Milan, Maldini: “Modric profilo perfetto, ma mai trattato. Hernandez è uno dei migliori terzini al mondo”

Il Direttore dell’Area Tecnica del Milan, Paolo Maldini, ha parlato dei nuovi acquisti Krunic ed Hernandez, ma anche del calciomercato.

di Mario Ruggiero, @MarioRuggi

A Milanello, al fianco dei nuovi acquisti Rade Krunic e Theo Hernandez in occasione della loro conferenza stampa di presentazione ufficiale, ha parlato Paolo Maldini. Queste le dichiarazioni del Direttore dell’Area Tecnica del Milan, in particolare sui nuovi acquisti e in generale sul calciomercato.

SU KRUNIC ED HERNÁNDEZ
Di Krunic avevamo parlato già nella scorsa stagione, sapendo che sarebbero partiti diversi centrocampisti e giocando d’anticipo con il ragazzo e il suo agente. Rade ha già fatto vedere cose positive e ha ancora ampi margini di miglioramento. Con Hernandez a sinistra siamo coperti, ma siamo sempre a caccia di giocatori forti e funzionali. Se ci saranno le condizioni, cercheremo di prendere altri giocatori di questo tipo. Theo ha grandi qualità, ha già giocato e vinto la Champions League. È uno dei migliori terzini del mondo e dovrà avere come obiettivo quello di arrivare tra i primi tre. La sua idea era quella di aprire un nuovo capitolo della carriera ed era il momento perfetto per arrivare al Milan“.

SUL CALCIOMERCATO
Il mercato è fatto di opportunità, trattative e scelte. Vedo in giro grande fretta ma il mercato chiude il 2 settembre. La volontà è di consegnare il prima possibile a Giampaolo la squadra al completo, ma non dipende solo da noi. Modric non l’abbiamo mai trattato, anche se abbiamo sempre detto che cerchiamo giocatori giovani ma anche d’esperienza. Il profilo di Modric sarebbe perfetto per far crescere dei giovani, ma non è mai stato trattato. Il mercato è lungo, ora i prezzi sono i pieni, in certi ruoli abbiamo delle necessità ma diversi profili sono costosi. Numericamente abbiamo l’esigenza di intervenire, ma senza fretta e sbagliando il meno possibile. L’idea è di fare felice la proprietà, il Mister e i tifosi. Ci vuole calma e tranquillità nel migliorare questa squadra. Abbiamo ancora diversi giocatori della rosa che devono tornare dopo le vacanze, come Paquetá e Kessie“.

credits foto to sito ufficiale AC Milan

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy