Napoli, Ancelotti: “Milik e Lozano non sono convocati”

Il tecnico dei partenopei ha presentato il match d’esordio in Serie A contro la Fiorentina.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby
ancelotti-napoli

Per il Napoli il debutto nella Serie A 2019-2020 passa per la trasferta contro la Fiorentina di Montella e del neo-acquisto Ribery. Per questo, Carlo Ancelotti avrà bisogno di attenzione da parte dei suoi ragazzi, tra i quali è stato ufficializzato stamane anche Hirving Lozano.

LE PAROLE DI ANCELOTTI

Su Lozano:Abbiamo preso un giocatore forte e bravo, un giocatore che va ad aumentare il tasso qualitativo della squadra. Lozano è un ragazzo serio, che ha mostrato una grande voglia di venire al Napoli. Se ci sarà domani? No, deve allenarsi e inoltre deve risolvere alcuni aspetti burocratici. Lo avremo dalla prossima a Torino. Il suo ruolo? Può giocare a destra, sinistra, dietro la punta o anche prima punta. È un giocatore completo. Lozano è uno specialista del gioco d’attacco”.

Sull’arrivo di un nuovo attaccante come Icardi:Non sono interessato alla vicenda, ci pensa la società. Abbiamo dirigenti competenti. Io penso alla squadra e domani abbiamo un inizio importante e difficile”.

Su Milik:Ha provato stamattina, ma ha ancora fastidio. Dopo Ferragosto si è allenato poco e quindi preferiamo lasciarlo qui a lavorare. Il rinnovo? Stiamo cercando da tempo di rinnovare il contratto, sta trattando con la società. Noi vogliamo tenerlo a lungo e questo sgombra il campo da tutte le illazioni su presunte voci di mercato. Per noi Milik è importante anche per il futuro: è ancora giovane, ha fatto bene e può fare meglio. Se giocasse da un’altra parte tutti direbbero ‘Al Napoli serve Milik’, ma noi ce l’abbiamo e vogliamo tenercelo stretto“.

Su Callejon:È ancora al centro del progetto. È ad un anno dalla scadenza del contratto, ma da parte nostra c’è la volontà di tenerlo con noi fino a che corre e mantiene questo livello di professionalità e qualità”.

Tra Fabian Ruiz e Zielinski:Possono giocare dietro la punta”.

Sulla squadra:Qualititativamente siamo più forti dello scorso anno, anche se ovviamente la squadra è da assemblare e mettere insieme. Il mercato finora è stato ben fatto, poi il campo giudicherà. Per me la squadra ha le qualità per lottare per vincere il campionato, questa è una responsabilità che mi prendo”.

Su James Rodriguez e Llorente:Non parlo di mercato”.

Sulla Fiorentina: “È una squadra che ha cambiato molto. Giocheremo su un campo difficile e vogliamo fare bene. Io vorrei vedere la partita dell’anno scorso a Firenze. Vorrei che la squadra giocasse allo stesso modo, mettendo però la palla dentro”.

Sulla Serie A:Sarà un campionato altamente competitivo, ancora di più rispetto al passato. Ci sono squadre che hanno fatto bene lo scorso anno e si ripeteranno anche in questa stagione“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy