Hellas Verona, Juric: “Veloso sarà in campo, Stepinski non lo so”

Hellas Verona, Juric: “Veloso sarà in campo, Stepinski non lo so”

Il tecnico gialloblù ha presentato l’anticipo di domani sera a Parma.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Non ripetere gli errori commessi con il Sassuolo e provare a finalizzare le tante azioni create. È questo il leitmotiv della conferenza fiume di Ivan Juric, che alla vigilia della trasferta a Parma ha parlato delle condizioni psico-fisiche del suo Hellas Verona.

LE DICHIARAZIONI DI JURIC

Su Veloso: “Recupera, sarà in campo. Ci è mancato sui piazzati. Potevamo essere più pericolosi”.

Sulla partita: “Sassuolo e Parma sono rose che stanno da anni in A. Con il Sassuolo è stata la nostra miglior prova, il Parma è meno bello in un certo senso del Sassuolo, ma è una squadra tosta. Con il Sassuolo qualcosa l’abbiamo concesso, per fare bene qualcosa dovevamo lasciarlo. Il Parma gioca diversamente, ma hanno una velocità davanti spaventosa. Proveremo a stare attenti per non subire in contropiede”.

Su Stepinski: “Non so ancora se giocherà”.

Sull’ipotesi di due attaccanti: “Con due attaccanti puri non creiamo. Non abbiamo giocatori che creano per loro. Mi piace avere uno che crea un po’ e non due fermi davanti. Se hai Llorente e Tevez della Juve è un’altra cosa”.

Su Zaccagni: “Ha sempre fatto lo stesso ruolo, il mediano che lui interpreta benissimo. Per quella posizione ha grandi vantaggi. Partendo da dietro dovrebbe fare più fase difensiva, perdendo lucidità davanti”.

Su Di Carmine: “Mi è piaciuto molto. Ha retto bene, ha fatto cose da attaccante puro. Ha avuto palle gol, ha tenuto la palla aprendo contropiedi. Mi è piaciuto in tante cose, poi è normale che lo si giudichi in base ai gol”.

Su Pessina regista o trequartista: “Mi fa molto comodo, può fare il trequartista e può inserirsi. Sarebbe meglio per lui giocare nella stessa posizione, ma l’altro giorno mi serviva in quel ruolo e ha fatto bene. Sicuramente se giochiamo a due e mezzo, sarebbe l’ideale per lui”.

Sul turnover: “In difesa non farò cambi. Dawidowicz ha avuto qualche problema, vedrò l’allenamento di oggi”.

Su Amrabat: “Non riposa, finché non muore (ride, ndr). Ha problemi quando arriva dalla Nazionale, ma non riposerà”.

Tra formazione e Tutino: “Stanno tutti bene. Quando mi soddisfano i giocatori, non stravolgo la formazione. Tutino sta facendo bene, deve lavorare e sfruttare l’occasione quando gli si presenterà”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy