Cagliari, Maran: “Ho a disposizione una rosa dal tasso tecnico notevole”

Cagliari, Maran: “Ho a disposizione una rosa dal tasso tecnico notevole”

Il tecnico rossoblù ha parlato alla vigilia della prima gara della nuova stagione in Coppa Italia contro il Chievo.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Destino beffardo per Rolando Maran, che all’esordio stagionale con il Cagliari ritrova il Chievo, sua ex squadra, nel match valido per il terzo turno preliminare di Coppa Italia. Per l’occasione, il tecnico rossoblù si è detto consapevole del valore dell’avversario, malgrado la retrocessione in Serie B, nonché contento per i tanti colpi di mercato messi a segno dalla dirigenza sarda, come Nainggolan, Nandez, Rog e Pajac, che hanno reso competitiva la sua rosa.

LE DICHIARAZIONI DI MARAN

Sulla partita:C’è la predisposizione giusta, con le tante novità che hanno portato entusiasmo. Vedo che in allenamento i ragazzi dimostrano grande voglia di far bene. Parte una nuova stagione, vogliamo essere protagonisti. Le difficoltà proposte dal primo impegno ufficiale sono diverse: incontriamo una squadra appena retrocessa, ma che ha fatto la A per tanti anni, con giocatori che conosco benissimo. Un avversario che avrà grandi motivazioni. Noi abbiamo fatto un mese impegnativo, stiamo smaltendo i carichi. Non siamo ancora al 100%, ma certamente siamo a buon punto. Questa gara potrà essere sfruttata per trovare delle soluzioni utili: in rosa ci sono giocatori duttili che permettono di cambiare pelle. Di volta in volta si sceglieranno gli elementi utili, a seconda della necessità”.

Sulle ambizioni:Procedono di pari passo con la mentalità in campo. Dobbiamo fare in modo che la squadra sappia quel che vuole. Non dobbiamo limitarci a giocare le partite, ma viverle, affrontarle come se fossero delle finali. Solo così è possibile crescere. Per me è una gioia allenare una rosa tanto competitiva. Va sottolineato il lavoro svolto dal Presidente: ha investito tanto per mettermi a disposizione una squadra dal tasso tecnico notevole. Volevamo che arrivassero giocatori motivati e così è stato. Alcuni sono giunti da noi a preparazione già iniziata, ma avere calciatori di quel calibro può aiutare a ridurre i tempi di inserimento. Dobbiamo lavorare, siamo agli inizi della costruzione di un blocco di squadra, ma il livello del materiale umano è notevole”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy