Cagliari, Maran: “Castro convive con qualche fastidio, devo valutare alcuni giocatori”

Tempo di vigilia di Cagliari-Genoa con il mister cagliaritano Rolando Maran che ha parlato in conferenza stampa.

di Carlo Cecino, @CarloCecino

Dopo le due sconfitte contro Brescia ed Inter, la scorsa domenica il Cagliari ha suggellato la prima vittoria del campionato nella trasferta di Parma. Tre punti e morale risollevato in tutto l’ambiente sardo, con la formazione rossoblu che oggi si è allenata in vista di Cagliari-Genoa, l’anticipo di domani sera della quarta giornata di Serie A. Andiamo a sentire le dichiarazioni più importanti in ottica fantacalcistica rilasciate dal mister degli isolani Rolando Maran alla conferenza stampa della vigilia del match.

DICHIARAZIONI DI MARAN

Su come sta la squadra: “Abbiamo avuto pochi giorni a disposizione, visto che si gioca domani. Tolti i soliti (Pavoletti, Cragno, Faragò e Nainggolan ndr), i ragazzi hanno lavorato col gruppo. Dovrò fare le mie valutazioni, anche perché si è giocato di pomeriggio e quasi abbiamo giocato i supplementari“.

Sulle scelte di Parma: “Quelle di Parma sono state normali scelte, nella crescita di una squadra è normale scegliere in base a quel che si vede in settimana e alla crescita dei singoli”.

Sulle panchine contro il Parma di Klavan, Ionita e Birsa: La panchina lunga deve essere un’opportunità. Devo sapere sfruttare al massimo i miei, chi gioca deve dimostrare di essere in un momento migliore rispetto a chi sta in panchina. Tutti stanno lavorando al massimo, la sana competizione fa salire i ritmi anche in settimana”.

Sulla presenza di Castro contro il Genoa: “Convive con qualche piccolo fastidio ma domenica si è fatto trovare pronto. Certo devo valutare tutto, anche la fatica, riguardo a tutti i giocatori”.

Sulle somiglianze fra Castro e Birsa: “Hanno caratteristiche diverse, uno più rifinitore l’altro più di raccordo”.

Sul Genoa e su Kouamè: “Giochiamo contro una squadra che sta bene, come dimostrano i risultati finora messi insieme. Kouamè? Al di là del valore degli avversari io guardo in casa mia. Mi piacciono i miei di attaccanti, voglio che diano più del loro massimo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy