Bologna, Tanjga-De Leo: “Bani e Denswil ci sono. Ci saranno alternanze in campo”

Bologna, Tanjga-De Leo: “Bani e Denswil ci sono. Ci saranno alternanze in campo”

Alla vigilia di Bologna-Roma, in conferenza stampa sono intervenuti Tanjga e De Leo, i membri dello staff tecnico di Mihajlovic.

di Carlo Cecino, @CarloCecino

La testa è settata dopo la folle rimonta di Brescia-Bologna 3-4 di una settimana fa. Il Bologna domani affronterà al Dall’Ara la Roma da secondo della classe, con sette punti dopo tre giornate. E vorrà prolungare la striscia di risultati utili consecutivi consacrandosi contro una grande di Serie A. Oggi ultime rifiniture in vista per i felsinei, con Miroslav Tanjga ed Emilio De Leo, gli assistenti di Sinisa Mihajlovic, che hanno parlato in conferenza stampa.

LE DICHIARAZIONI DI TANJGA E DE LEO

Sulla partita di Brescia: “Nel momento in cui la squadra è riuscita a lavorare unita, siamo riusciti a schiacciare gli avversari. Il problema all’inizio era questa mancanza di unione di intenti. Non si è lavorato tutti con la stessa testa. Nel secondo tempo invece tutti abbiamo lavorato insieme e il risultato si è visto“.

Sulla gara contro la Roma: “I principi cardini restano sempre gli stessi. Siamo un gruppo giovane e coraggioso, figlio del proprio allenatore. Dobbiamo essere spavaldi. Consapevoli sia dei nostri limiti che dei nostri pregi e dei nostri punti di forza“.

Su Bani e Denswil e gli attaccanti: “Bani e Denswil stanno bene. Ci saranno entrambi domani. Gli attaccanti sono tutti entrati bene nelle idee di gioco della squadra. Loro sono stati molto bravi a capire il lavoro che gli è stato richiesto. La presenza di tre attaccanti da caratteristiche differenti, ci tornerà sicuramente utile andando avanti”.

Sulle indicazioni di formazione: “Il nome del centravanti non lo dirò.  In difesa Bani Denswil ci sono, poi avremo nei prossimi giorni anche Danilo“.

Sul possibile spazio per Skov Olsen“Dire con certezza che giocherà non mi va perché non fa parte della nostra mentalità. Di gara in gara mettiamo la formazione che secondo noi ci dà più garanzie. Inevitabilmente ci saranno delle alternanze ma non sono programmate”.

Su Soriano in mediana e 4 attaccanti davanti: “Sono abbastanza convinto che una formazione così spregiudicata non sia la soluzione migliore. Sicuramente sarebbe una scelta molto azzardata. Però non ci facciamo preclusioni. Se serve maggiore qualità in fase di costruzione, abbassare Soriano è una possibilità. Dobbiamo però restare umili e mantenere il nostro equilibrio tattico. Altrimenti diventeremmo coraggiosi sì, ma anche scriteriati“.

Sulla Roma: “Sono una squadra di grande qualità. Di stampo sicuramente internazionale. Hanno un allenatore capace, che vuole attaccare e tenere in mano il pallino di gioco. Hanno giocatori di grande qualità che possono decidere la partita. Non temiamo l’avversario, ma sappiamo che bisognerà soffrire. Siamo una squadra che produce tanto, abbiamo tutti i mezzi per fare una grande partita”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy