Atalanta, Gasperini: “Con la Roma Muriel è indisponibile. Ci saranno cambi. Su Malinovskyi, Arana e Kjaer…”

Atalanta, Gasperini: “Con la Roma Muriel è indisponibile. Ci saranno cambi. Su Malinovskyi, Arana e Kjaer…”

Mister Gasperini presenta in conferenza stampa il match contro la Roma.

di Mario Ruggiero, @MarioRuggi

Il tecnico dell’Atalanta Gian Piero Gasperini presenta il match con la Roma in conferenza stampa. Si tratta di una sfida fondamentale per entrambe le squadre, i giallorossi per continuare sulla scia dei successi su Sassuolo e Bologna mentre i nerazzurri vogliono riscattare la prestazione opaca contro la Fiorentina, culminata con il pareggio riacciuffato solo in extremis.

LE DICHIARAZIONI DI GASPERINI

Il mister si aspetta ovviamente una reazione da parte dei suoi uomini, ma dovrà fare a meno di Luis Muriel: “Per domani abbiamo perso Muriel, ha una tonsillite. Speriamo che possa recuperare per sabato visto è l’unico elemento che può scompaginare le idee. Qualche cambio? Ci potrà essere, soprattutto per questa partita. I cambi sono finalizzati al meglio per ogni partita”.

Su Arana e Kjaer (ex della partita) poco utilizzati in questo inizio di campionato: “Kjaer si sta ambientando bene, è stato fermo parecchio. La preparazione è stata un po’ così, adesso è un giocatore che può giocare domani o con il Sassuolo. C’è sempre un po’ di incognita per un calciatore che ha giocato poco. Bisogna inserirlo, non so se domani o sabato, ma giocherà. Arana ricopre un ruolo più semplice, ha fatto due presenze e non sono poche. Mi sembra buono. Alla fine giocano tutti, man mano entreranno tutti”.

Su Castagne e le corsie esterne: “Le corsie esterne sono importanti per tutte le squadre, Hateboer e Gosens hanno giocato molto di più perché avevamo Castagne fuori. Ora ha recuperato dall’infortunio, domenica ha fatto molto bene al rientro, ma in quel ruolo siamo in attesa anche di Arana”.

Su Malinovskyi: “Si è inserito da subito, è chiaro che bisogna iniziare a giocare le partite per poter inserire i giocatori. Anche nelle squadre precedenti è sempre stato un leader, è un giocatore importante anche in nazionale. Ha personalità ed è un ragazzo che ha facilità nell’inserirsi nel gruppo. Per questi giocatori l’inserimento è più agevole”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy