Conferenza stampa di Spalletti prima di Sassuolo – Roma

Dzeko non convocato, Totti in forse. Perotti in rampa di lancio.

di Riccardo Cerrone, @riki171980

Ecco le parole del mister Spalletti prima di Sassuolo Roma. Interessanti spunti anche in relazione alla mancata convocazione di Dzeko per problemi fisici.

Conferenza stampa di Spalletti per Sassuolo Roma: non convocato Dzeko


Quanto è importante la vittoria contro il Frosinone dal punto di vista mentale?
Per considerare che le altre siano altre finali, altrimenti senza vincere quella non ci sarebbero quelle successive. Fondamentale, però rimane sempre la tensione di dover vincere tutte le partite, quindi ti manda alla prova successiva e ora ci siamo
Cosa ne pensa di Di Francesco?
Di Francesco è uno di quelli che ha fatto diventare più bello il nostro calcio insieme a Empoli,Fiorentina…hanno dato un contributo per alzare l’asticella del nostro calcio. Il Sassuolo è una società organizzatissima, è sotto agli occhi di tutti, non mi rimane che fargli i complimenti e domani glieli farò. Era già allenatore quando faceva il team manager e mi modificava la formazione
Le condizioni di Dzeko, Maicon, Totti?
Su queste situazione bisogna essere bravi perché. Dzeko non sarà della partita perché ha preso una contusione grossa e sarebbe a rischio usarlo, non partirà. Maicon ha i suoi problemetti che vanno gestiti e può venire fuori un miglioramento. Oggi Francesco ha un dolore al gluteo, cercavo di poter dire qualcosa di più ma le valutazioni le stanno facendo ora. Spero che come sempre il capitano stringa i denti perché ci ha abituati bene però è dovuto uscire dall’allenamento prima che iniziasse per dolore
Come è andato il giochino con i giocatori?
Lei ha la memoria buona. Tutti hanno scritto la formazione e tutti ne hanno scritti 11. Ne avrebbero potuti scrivere 16-18, ma ne hanno scritti 11 anche se ovviamente differenti. Quindi farò così. Farò ruotare quelli, non hanno trovato una soluzione, e devo trovare io il modo di farli giocare con differenti moduli come mi hanno scritto più moduli
Perotti sarà convocato da subito?
Ci può dare una mano e può giocare in più posizione. Fa comodo come Zukanovic perché può interpretare più ruoli. Il nostro mercato è chiuso qui perché non possiamo fare altro. Sono contento dei giocatori che abbiamo a disposizione e la rosa è completa
Riuscirà a far tornare la Roma a giocare bene?
E’ importante la prestazione per arrivare al risultato, per me è fondamentale lavorare bene durante la settimana per arrivare bene alla partita. Noi dobbiamo essere decisi, motivati, quando si è alla Roma non puoi abbinarci altre cose, devi lavorare. Il lavoro di un allenatore è importante per il contesto della partita e del campionato
Di Francesco ha fatto delle scelte per avere una squadra fresca, lei che scelte farà? El Shaarawy giocherà 90 minuti?
Ha fatto una buona prestazione e ha segnato e quindi non rischia niente perché sta bene dal punto di vista mentale, visto che ci è riuscito in uno stadio storico come l’Olimpico. Per qualcuno saremo obbligati a fare turn over perché non ce l’abbiamo a di sposizione
El Shaarawy può fare anche il centravanti?
Secondo me è meglio lasciarlo sull’esterno perché ha questa capacità di lunga corsa che può darti una mano in fase di copertura difensiva, è capace di ribaltare l’azione perché ha i 60-70 metri facili
Senza Dzeko e forse Totti dovrai inventarti un centravanti come Taddei nella tua prima Roma? Inoltre, nel secondo tempo contro il Frosinone hai iniziato a vedere qualcosa di quello che hai in mente per questa squadra?
In assenza di loro due dobbiamo creare qualcosa di diverso ma abbiamo Sadiq che ha le caratteristiche della prima punta. Non ha una grandissima tecnica ma ha una buonissima corsa ed è molto attaccato alla realtà: ha personalità e ha delle qualità come prima punta. Altre soluzioni ce ne abbiamo ma proprio tutto non si può dire. Frosinone? Secondo me la squadra è stata brava a non pensare come altre volte che si sarebbe fatta raggiungere nel risultato dopo aver subito il primo gol. I giocatori sono riusciti a gestire, si è vista qualche triangolazione e a giocare con tranquillità, senza il mostro della tensione che è il vero nemico
Riproporrà Rudiger come esterno destro?
In queste letture di non essere rigidi come sistema, magari con un Maicon puoi lasciarlo più libero e compensi con i centrali e spingi di meno sull’altra fascia. Adesso ci sono diverse squadre che fanno questo, la Fiorentina è maestra con Bernardeschi che a volte fa addirittura il terzo attaccante. Uno fa delle valutazioni ma poi le scelte sono obbligate, soprattutto visto che in questo momento non abbondiamo di giocatori disponibili
Perché ha fatto quel giochino? Perché si è lamentato qualcuno?
No, l’ho fatto perché dopo vi lamentate di questo. Dzeko era un pochettino arrabbiato perché non riesce a dare quello che ci deve e può dare e perché non riesce a far gol, e non è tranquillo perché non riesce a far gol. Lui questa situazione la sentiva e mi sono confrontato con i medici che mi hanno detto che ha ricevuto questo calcio grosso e aveva questa botta che gli faceva male. Se sai qualcosa di più dimmelo… Le sentinelle sono scomparse però ero lì in ufficio e ho visto passare un topino, quello sicuramente qualcosa racconta ma ci sta che lo pigli poi
Roma un po’ sperimentale. Quale giocatore la sta convincendo? Ha già parlato della lista Uefa ai giocatori?
Radja dà certezza da qualsiasi parti lo si metta, lui riesce a trovare fuori il suo guadagno da qualsiasi parte lo si faccia giocare. Ora è semplice, Pjanic e Radja devono interpretare le due posizioni: qualche volta si abbassano per palleggiare e altre vanno sulla trequarti a cercare di sforare la difesa avversaria. Se lo fanno alternativamente ancora meglio. Daniele da dietro lo sa fare quel ruolo perché ha esperienza e qualità nell’impostare l’azione. Ci sono molte più qualità rispetto a quelle che possono essere le difficoltà, poi non so a chi altro ti riferisci. Ruediger l’ho visto giocare tramite dei video nelle sue esperienze precedenti e farlo giocare senza sapere di avere la porta dietro ma che sta sulla fascia gli dà più libertà, ma domani giocherà centrale. Le liste? Sì le ho viste e ho scelto. L’unica variante è data dal ritorno di Strootman e poi vedrai chi deve uscire, perché il centrocampo è il reparto più fortnito e magari si ha la possibilità di gestire un’uscita.
fonte laroma24.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy