gazzanet

Conferenza Sampdoria – Giampaolo: “Saponara conosce già quel ruolo”

Il tecnico blucerchiato ha parlato alla vigilia della trasferta a Udine

Stefano Martelli

"Prima conferenza stampa stagionale per Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, che ha presentato in sala stampa davanti ai giornalisti, la partita che si giocherà tra Sampdoria e Udinese domenica sera alle ore 20.30.

Prime parole del mister che ricordano la tragedia che ha colpito Genova dopo il crollo del Ponte Morandi:

"Una settimana fa ero preparato a non giocare, perché era giusto così. Nel rispetto delle vittime, delle famiglie e della città. Ma ora bisogna smettere di compiangere Genova: città bellissima che va incoraggiata, visitata».

"Mister Giampaolo poi passa a parlare della partita contro l'Udinese. Vediamo insieme gli spunti più interessanti per il fantacalcio.

Quali sono le condizioni di Tonelli e Saponara?

""Stanno meglio rispetto a prima.  Saponara sta meglio perché qualche amichevole in più l'ha fatta. Tonelli ha giocato meno anche se lui è un giocatore di grande spirito e grande efficacia fisica. Ci sarà modo e tempo per migliorare le condizioni di tutti".

Degli ultimi arrivati è Saponara quello un po' più pronto?

""Ha giocato una vita in quel ruolo, conosce tutte le sfaccettature. Non è un problema tattico così come con Tonelli. Ekdal lo stiamo inserendo. Albin è un altro giocatore che deve crescere sul piano fisico. Siamo in una situazione in cui la squadra ha grandi margini di miglioramento".

Ci sono dubbi sulla formazione contro l'Udinese?

""Penso che i dubbi li avrò con il passare del tempo perchè ancora siamo in una condizione non ottimale con alcuni giocatori e quindi le scelte vanno da sé. Le scelte non sono difficilissime perchè dobbiamo fare in modo che si integrino tutti nella migliore condizione fisica e mentale. Per l'undici iniziale dubbi non ne ho".

Come affrontare l'Udinese dopo il 4 - 0  della scorsa stagione?

""Ogni campionato è diverso – prosegue Giampaolo -, fare paragoni sarebbe sbagliato. Faticavamo fuori casa, in particolare con le medio-piccole, e in casa siamo stati capaci di vincere contro squadre molto più titolate.  Quest’anno abbiamo cambiato qualcosa, non è detto che pregi e difetti siano gli stessi della stagione scorsa".

"

tutte le notizie di