Conferenza Benevento – De Zerbi: “Con la Juventus ancora a tre dietro, ma ho in mente il passaggio al 4-3-3”

Conferenza stampa per il tecnico giallorosso in vista della gara proibitiva del prossimo turno contro la Juventus

di Alessio Ambrosino, @aleambrosini

Lo sa anche De Zerbi che le chance di uscire con un punto dall’Allianz Stadium sono rasenti allo zero. Ma, come affermato anche dal tecnico in conferenza, si parte pur sempre dal 0-0, con la consapevolezza che dalla gara dopo la sosta contro il Sassuolo dovrà iniziare il vero campionato dei giallorossi. Vediamo insieme le parole del mister dei sanniti in vista di questa trasferta proibitiva.

DE ZERBI: “A TORINO ANCORA CON LA DIFESA A TRE”

A precisa domanda sul perché anche domenica abbia utilizzato (con pessimi risultati) la difesa a tre, l’allenatore bresciano ha risposto così: “Sto giocando a tre perché ho trovato Cagliari e Lazio che utilizzavano due punte e, di conseguenza, serviva questo sistema per difendermi meglio. Torneremo a giocare a quattro, aspettando anche il rientro di Costa. Contro la Juve non vorrei cambiare perché non ci saranno rientri. Forse ci sarà una modifica solo nel modo di difendere, provando ad alzare la linea”.

DE ZERBI: “IN TESTA HO IL 4-3-3”

In previsione delle prossime gare e del rientro a pieno regime di alcuni giocatori, soprattutto in attacco, De Zerbi ha già in mente il passaggio al più congeniale 4-3-3: “Se portiamo i calciatori al massimo della forma allora con il 4-3-3 sono tutti nelle posizioni dove possono rendere meglio. Contro la Lazio abbiamo fatto 19 tiri, con 5 occasioni da gol. Nel tridente che ho in testa nessun calciatore è in forma, considerate le condizioni di Iemmello e Ciciretti. Ci sono troppe assenze per giocare con questo modulo al momento”.

DE ZERBI SUL BALLOTTAGGIO IN PORTA E LA SITUAZIONE LUCIONI

Interpellato sul continuo ballottaggio in porta, De Zerbi ha dichiarato: “Considero i miei portieri sullo stesso livello, ma per il momento continua a giocare Brignoli. Infine una riflessione anche sul caso Lucioni, che ha privato i giallorossi del loro capitano: “Lucioni l’ho cercato sempre, anche l’anno scorso a Palermo. Insieme a lui mancano calciatori importanti come Costa e D’Alessandro e dobbiamo farcene una ragione. Spero solo che quando verrà giudicato si faccia la giusta chiarezza”.


Fonte: ottopagine.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy