UFFICIALE, Godin arriva all’Inter

UFFICIALE, Godin arriva all’Inter

L’ex difensore dell’Atlético Madrid rinforzerà la retroguardia nerazzurra.

di Carlo Cecino, @CarloCecino

La notizia girava nell’aria da alcuni mesi ormai, ma stamattina – giorno in cui si è aperto ufficialmente il mercato estivo 2019/2020 – è giunta l’ufficialità. El Flaco Diego Godin, difensore uruguaiano, sarà il nuovo centrale dell’Inter. Ecco l’annuncio sul sito dei nerazzurri:

FC Internazionale Milano comunica di aver perfezionato un contratto di prestazione sportiva con il calciatore Diego Godin fino al 30 giugno 2022. Serve la storia, per essere competitivi. Diego Roberto Godin Leal di storia e di storie ne ha scritte parecchie. A partire da Rosario, Uruguay, città in cui è nato il 16 febbraio 1986. Una carriera verso l’alto, in tutti i sensi: dai 186 centimetri di statura alla scalata nel calcio europeo. Le giovanili a Montevideo, nel Defensor Sporting. Poi tre stagioni al Cerro, squadra della capitale uruguaiana. Il passaggio al Nacional nel 2006/2007, prima di spiccare il volo verso l’Europa, al Villarreal. Nel 2010 il trasferimento all’Atletico Madrid. Una continua ricerca dell’alto, anche in campo, in ogni partita: il primo ad arrivare su ogni pallone in cielo. A Madrid Godin è diventato punto di riferimento assoluto: per la difesa dei Colchoneros e per tutti i tifosi. Leader, trascinatore, esempio. Una Liga (2013-2014) con il gol decisivo, di testa ovviamente, nell’ultima giornata a Barcellona. Una Coppa del Re, una Supercoppa di Spagna, tre Supercoppe Europee, due Europa League. Con l’Uruguay sta continuando a scrivere pagine di storia della Nazionale Celeste, con cui ha disputato 131 partite, segnando 8 gol, e con cui ha sollevato la Copa America 2011“.

Un gran colpo di mercato per l’Inter, che a parametro zero si assicura un rinforzo di caratura internazionale per la banda del nuovo allenatore Conte, che potrà contare anche sul nuovo jefe de la defensa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy