Spal–Atalanta, asse caldo di mercato: la situazione

Spal–Atalanta, asse caldo di mercato: la situazione

Il mercato tra Atalanta e Spal si accende: la Dea è interessata a Lazzari ed offre contropartite importanti.

di Francesco Spada, @MoradinGE

La qualificazione in Champions dell’Atalanta accende il mercato. I bergamaschi hanno messo gli occhi sul gioiello della Spal Lazzari e sono pronti ad offrire interessanti contropartite. Anche se è ancora presto per parlare di accordo, la sensazione è che la Dea voglia chiudere il prima possibile. I ferraresi dovranno prima concludere il rinnovo di Semplici e, una volta messa la firma, si potranno sbloccare le operazioni in entrata e uscita.

SPAL, CERCASI PORTIERE

Il primo ruolo che i ferarresi devono rinforzare è quello del portiere. Con il ritorno di Viviano allo Sporting, il posto vacante vede proprio due bergamaschi in pole: il primo nome è quello di Sportiello, che assicura affidabilità malgrado la retrocessione del Frosinone; l’altro è Berisha che, partito con lo status da titolare, ha nel corso della stagione perso il posto a favore di Gollini, ragion per cui un prestito a Ferrara può essere il giusto rilancio.

ATTACCO, SCAMBI IN VISTA

Come già accennato, l’Atalanta è piombata forte su Lazzari, ma punta anche al ritorno di Petagna. Dopo l’ottima stagione con 16 gol all’attivo, Andrea sembra aver fatto quel salto di qualità tanto atteso. Resta però una trattativa più complessa e saranno valutati anche altri nomi, come quello di Inglese. In uscita dalla Spal ci sono inoltre Antenucci e Paloschi, con destinazione e formula da definire.

Per sopperire a tali cessioni, la società ferrarese guarda ancora in casa dei bergamaschi: sulla fascia si valuta l’idea Reca (già cercato in passato e soffiato proprio dall’Atalanta), mentre per l’attacco i papabili sono due. Da una parte c’è il gigante danese Cornelius, forte fisicamente e che arriverebbe proprio per sopperire la partenza di Petagna, in quanto simili per caratteristiche. L’altro invece è Barrow, rapido e agile anche se pecca di continuità, con il poco spazio concessogli durante la stagione che potrebbe decretarne la partenza. Il suo arrivo sembra più probabile di quello di Cornelius, visto che per caratteristiche farebbe da spalla alla prima punta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy