Serie A, possibile slittamento della data di chiusura del calciomercato

Richiesta formale da parte della Serie A alla FIGC per l’allungamento della finestra di mercato: la situazione

di Claudio Cutuli, @cutuli4

Gennaio è quasi alle porte e, come da tradizione, sono pronti ad accendersi i riflettori sui trasferimenti più stuzzicanti dei giocatori da una squadra all’altra, in cerca dell’affare migliore. A turbare le ambizioni dei diversi fantallenatori in sede di mercato, però, continua ad imperversare la diatriba inerente le date del calciomercato invernale 2019: al vaglio degli organi preposti, infatti, ci sarebbe l’allungamento del periodo utile per i trasferimenti, in modo da allinearsi al mercato degli altri Paesi (che si concluderà venerdì 31 gennaio).

SLITTAMENTO CALCIOMERCATO: LA POSIZIONE DELLA FIGC

Bisogna partire da una premessa: l’ipotesi allungamento, infatti, andrebbe in forte contrasto con quanto deciso appena una stagione fa, ovvero di concludere il mercato prima della ripresa del campionato. Tra le varie motivazioni fornite, quella principale fu il crescente malcontento di allenatori e giocatori, spesso disturbati nelle prestazioni dalle dilaganti voci di mercato. Gabriele Gravina, neo presidente della FIGC, ha già espresso la sua posizione, dichiarandosi praticamente neutrale in merito al giudizio che verrà espresso dopodomani dall’Assemblea di Lega. Sono alte le percentuali, quindi, di un possibile ritorno al ”vecchio format”, con le leghe di A, B e C che discuteranno apertamente tra di loro per poi giungere ad una decisione finale che accontenti tutti (l’obiettivo è quello di far terminare la finestra il 30 gennaio allre ore 20). Nel caso in cui prevalesse compatto il fronte del ”sì”, per rendere operativa la scelta bisognerebbe comunque fare richiesta ufficiale alla Fifa ed aspettare il via libera. Con tempi tecnici d’attesa relativamente stretti, dato che il 3 gennaio si alzerà il sipario sul mercato di riparazione…

SLITTAMENTO CALCIOMERCATO: GLI EFFETTI AL FANTACALCIO

Pochi rispetto al passato: si tornerebbe al format che per anni ha accompagnato la manifestazione, con a fianco la classica incertezza dovuta allo svolgimento delle partite durante il periodo in esame. Spulciando il calendario della Serie A, dopo il 18 gennaio (data che attualmente segna la fine del mercato), ci sarebbero ben due turni in programma il 20 ed il 27. La riforma proposta dal presidente Infantino permetteva, con largo anticipo, a tutti i fantallenatori di pianificare con calma le eventuali aste di riparazione a mercato concluso, avendo ben definito l’intero quadro delle squadre e dei calciatori su cui puntare. Ma, se come sembra, tutto dovesse essere nuovamente modifcato, si andrebbero a complicare le strategie di chi si ritrova attualmente in difficoltà, tra lunghi  infortuni e cocenti delusioni fantacalcistiche…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy