Juventus, la rinascita del Pipita

Juventus, la rinascita del Pipita

Dopo un anno complicato Higuain si è ripreso la Juve ed pronto ad una annata da protagonista

di Alessio Giaccari

Un anno tra Milan e Chelsea per Gonzalo Higuain, tra bassi e pochi alti, poi il ritorno alla Juve e l’inserimento nella lista dei cedibili. Arrivano le offerte, ma arriva anche Sarri che lo ha sempre considerato un pupillo e allora decide di rimanere.

Da intruso a top player. La sua resilienza lo ha riportato ad altissimi livelli e ad aiutarlo è giunto il suo mentore. Il mister ha palesemente preferito lui ad Icardi, per ora ha avuto ragione perché il Pipita sembra tornato agli albori sia fisicamente che mentalmente, con CR7 a fianco poi.
E’ quindi l’argentino il top player acquistato dai bianconeri quest’estate, decisione che punisce Mario Mandzukic vicinissimo a lungo al Bayern ed escluso di lusso dalla lista champions e Dybala, ad un passo dal PSG negli ultimi giorni di mercato che ha poi optato per il prestito del connazionale Icardi. Il nodo principale è proprio quello tra Higuain e Dybala, pari ruolo a contendere un posto che in realtà Sarri assegnerà quasi sempre al primo, con spazio per il secondo solo in caso di turn over e in partita in corso. Il pipita conosce il 4-3-3 del mister come pochi e quel modulo si sposa perfettamente all’argentino, con Douglas Costa rinvigorito che nella trequarti offensiva potrà beneficiare dei movimenti di Higuain, poi c’è Cristiano. Adesso si riparte da Firenze, una delle vittime preferite del pipita, il resto è da scoprire nella serie A più dura e competitiva da quasi un decennio.

 

SFIDA LA REDAZIONE DI FANTAMAGAZINE SU MAGIC
Attiva subito la tua squadra, il torneo generale inizia il 28 Settembre!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy