Il diario del calciomercato: luglio 2015

Il punto del Fantamagazine sui colpi e le trattative estive

di Nello Fiorenza

Tanto, troppo caldo in questa afosa estate. E caldissimi sono anche gli affari del calciomercato. La sessione estiva ha riaperto i battenti il 1° luglio e chiuderà lunedì 31 agosto alle ore 23.00. Tante le trattative imbastite e tanti gli affari già conclusi, con altrettanti che si concretizzeranno da qui all’ultimo giorno. Facciamo allora un po’ il punto della situazione.

La Juve perde pezzi importanti

I bianconeri di Allegri hanno visto partire prima Tevez (ritornato in Argentina al Boca) poi Pirlo (emigrato negli Stati Uniti) e per ultimo anche Vidal, approdato alla corte del Bayern Monaco di Guardiola. In compenso però sono arrivati giocatori come Mario Mandžukić dall’Atletico Madrid, Sami Khedira dal Real, Simone Zaza dal Sassuolo e l’argentino Dybala, preso dal Palermo per 32 milioni d’euro. È andato via Marco Storari (in B al Cagliari) e al suo posto come vice Buffon è arrivato Neto, portiere brasiliano che non ha rinnovato con la Fiorentina. In difesa invece il giovane Rugani (ex Empoli) ha soppiantato Ogbonna, finito in Premier League.

E le milanesi non stanno a guardare

L’Inter di Mancini riparte da una solida base: difesa rivoluzionata dagli arrivi di Montoya (Barcellona), Miranda (Atletico Madrid) e Murillo (Granada). Il pezzo pregiato del centrocampo invece è stato Geoffrey Kondogbia, prelevato dal Monaco per 30 milioni d’euro. In attacco il tecnico interista aspetta rinforzi: caldissime le piste che portano a Jovetić (Manchester City) e Perišić (Wolfsburg). Cambia volto invece l’attacco del Milan che accoglie il colombiano Bacca, preso dal Siviglia (a cui è stato girato il centrale Rami), e il brasiliano Luiz Adriano, arrivato dallo Shakhtar Donetsk. Senza contare i ritorni dai prestiti di Matri e Niang. Ha detto addio infine il “faraone” El Shaarawy, accasatosi al Monaco. Andrea Bertolacci rinforzerà il centrocampo assieme al giovane José Mauri, svincolato dal Parma. Per il reparto difensivo Mihajlović insiste per avere Romagnoli ma la cifra è decisamente proibitiva.  

A Roma si resta in attesa

Trepidanti le squadre capitoline. I giallorossi attendono il colpo in attacco: il nome è quello di Edin Džeko del Manchester City. Il diesse Sabatini è pronto a regalare a Garcia il centravanti desiderato, e nel frattempo ha portato a Roma Iago Falque, esterno d’attacco ex Genoa. Sono tornati alla base il centrale Romagnoli (su cui dicevamo il Milan è in fortissimo pressing) e Mattia Destro (separato in casa e sulla lista dei partenti). Vicini all’addio ci sono gli ivoriani Gervinho e Doumbia mentre Holebas è stato ceduto in Inghilterra. Tra i pali è prossimo all’arrivo il polacco Szęzscny, dall’Arsenal, mentre il connazionale Skorupski è passato in prestito all’Empoli. La Lazio ha detto addio a due colonne biancocelesti, Cristian Ledesma e Stefano Mauri. I due non hanno rinnovato il loro contratto e sono attualmente senza squadra. Presi due prospetti molto interessanti: Ravel Morrison – dal West Ham – per il centrocampo e Wesley Hoedt – dall’AZ Alkmaar – per la difesa; in cantiere c’è un altro affare per Lotito che sta per assicurarsi Ricardo Kishna, attaccante olandese del ’95. Prodotto del vivaio dei lancieri di Amsterdam.  

Viola di rabbia per l’intrigo Salah

Un idillio durato poco – sei mesi e 9 gol tra campionato e Europa League – quello tra la Fiorentina e l’egiziano Salah. I viola si sono sentiti traditi dal comportamento del giocatore del Chelsea e sono pronti a muovere i loro passi sul mercato. Andato via Savić, passato all’Atletico Madrid, dai colchoneros sono arrivati soldi e una contropartita tecnica: il centrocampista Mario Suárez. In porta perso Neto adesso c’è Sepe –  in prestito dal Napoli – mentre come terzino a destra è stato preso il brasiliano Gilberto dal Botafogo. Non figurano più in squadra Alberto Gilardino e Alessandro Diamanti, rientrati ai cinesi del Guangzhou per fine prestito, mentre Aquilani non ha rinnovato il contratto così come il cileno Pizarro.

C’è del nuovo a Napoli

Il nuovo Napoli di mister Sarri riparte da una vecchia certezza: Pepe Reina, numero uno tornato all’ombra del Vesuvio dopo la parentesi al Bayern Monaco. Accanto a lui ci sarà Gabriel, portiere brasiliano che il ds Giuntoli ritrova dall’esperienza di Carpi. Per il centrocampo il nuovo allenatore ha chiesto e ottenuto Valdifiori, suo pupillo all’Empoli, e anche Allan (preso dall’Udinese a cui è stato girato Duvan Zapata in prestito biennale). In difesa, ceduto Britos agli inglesi del Watford, si tenta un colpo: i nomi caldi sono diversi da Astori (Cagliari) a Maksimović (Torino).

Genova: Europa League a due facce

La beffa Europa League ha pesato sulle casse del Genoa di Preziosi; i rossoblù hanno per lo più fatto operazioni a parametro zero. Pandev, Gakpé, Lazović, Muñoz e Ujkani sono i giocatori arrivati a scadenza di contratto. Andato via Falque – ceduto alla Roma – la priorità è blindare Perotti (su cui c’è il pressing di Napoli e Inter) mentre dal Sassuolo è stato riscattato Pavoletti. Per le fasce sono arrivati Diogo Figueiras dal Siviglia e Issa Cissokho dal Nantes. I blucerchiati di Ferrero invece, ringalluzziti dall’accesso in Europa, si sono assicurati per la difesa Moisander (preso a scadenza dall’Ajax), Cassani e Zukanović mentre per il centrocampo Edgar Barreto (svincolatosi dal Palermo) e Fernando (arrivato dallo Shakhtar Donetsk). Infine dall’Inter è stato preso il baby attaccante Federico Bonazzoli, classe 1997.

Le tre neopromosse pronte alla sfida

Ha comprato e tanto il Carpi, dalla porta all’attacco. Tra i pali ecco Benussi e Brkić – che prenderà il posto di Gabriel – in difesa spazio all’argentino Spolli (svincolato dal Catania) al brasiliano Wallace (arrivato via Chelsea) e al croato Bubnjić (ex Udinese). A centrocampo troviamo Luca Marrone e Andrea Lazzari. In attacco accanto al bomber polacco Wilczek – prelevato dal Piast Gliwice – c’è l’ex viola Ryder Matos. Tanti acquisti anche per il Frosinone che per ora confermato l’attacco della promozione vedrà facce nuove in porta (Leali), in difesa (Rosi, Diakité e Pavolvić) e a centrocampo (Chibsah e il promettente Verde). Dal canto suo il Bologna ha puntato su innesti di esperienza per la massima serie, in attesa di fare qualche altro colpo. Mirante in porta, Rossettini in difesa, Brighi a centrocampo – dove sono arrivati anche Crisetig e Rizzo – e Brienza in attacco.

Dalla A alla… V

A per Atalanta: I bergamaschi hanno salutato Baselli e Zappacosta, finiti al Torino, mentre come rinforzi per il centrocampo avranno Kurtić – preso dal Sassuolo – l’olandese Marten De Roon e per l’attacco l’ex Lanciano Monachello . Botti granata si diceva. Il Torino cedendo Darmian allo United ha fatto un’operazione da 20 milioni d’euro e si è consolato subito con il duo atalantino, per l’appunto, potendo contare anche su Avelar, Acquah e Joel Obi. El Kaddouri invece è tornato al Napoli. Proprio il marocchino interessa al Sassuolo. I neroverdi hanno chiuso intanto per Duncan (Sampdoria) e si sono assicurati il talentino Politano (ex Pescara). Rientrati dal prestito Falcinelli e Laribi, protagonisti rispettivamente con le maglie di Perugia e Bologna in cadetteria. Sempre frenetica la finestra di mercato del Palermo. Fatta la cessione di Dybala alla Juventus – nell’affare poi è stato inserito anche Goldaniga, ex primavera rosanero –  il patron Zamparini si è assicurato giovani di assoluto livello. Su tutti Matheus Cassini, attaccante arrivato dai brasiliani del Corinthians, e Oscar Hiljemark, centrocampista protagonista dell’under 21 svedese. Dalla serie B infine sono arrivati Benali (Brescia), Struna (Carpi) e Brugman (Pescara). Ancora abbastanza fermo il mercato dell’Udinese. I friulani hanno richiamato Edenilson dal prestito al Genoa e hanno preso il fluidificante mancino Ali Adnan, primo iracheno sbarcato in serie A. Davanti è arrivato il colosso Zapata, attaccante colombiano prelevato dal Napoli nell’ambito dell’affare Allan. In mediana ecco Iturra dal Granada. L’ Empoli, rivelazione dello scorso torneo, si è vista portare via diversi gioielli (su tutti Rugani, Valdifiori e Vecino) ma sta sondando il mercato per altri colpi. Rientrato il brasiliano Ronaldo dal prestito alla Pro Vercelli, i toscani si sono assicurati Skorupski (portiere preso dalla Roma) Andrea Costa (centrale svincolatosi dal Parma)  e i difensori Camporese e Bittante (entrambi arrivati via Fiorentina). A Verona, sponda Chievo, i movimenti più significativi hanno riguardato centrocampo e attacco. Maran ha ritrovato el Pata Castro, già allenato ai tempi di Catania, mentre l’ex Cagliari M’Poku darà manforte al reparto offensivo. Gobbi e Cacciatore sono stati presi per rinforzare la fascia difensiva dopo che Zukanović è passato alla Samp. In casa Hellas – e il cerchio si chiude qui con la V di Verona – l’arrivo più importante è di sicuro quello di Pazzini. Svincolatosi dal Milan l’attaccante si ricongiunge con Toni dopo l’esperienza alla Fiorentina. Mandorlini riavrà anche Romulo, di ritorno dall’avventura poco positiva alla Juve, e potrà contare inoltre su Siligardi (preso a zero dal Livorno), Viviani (arrivato dalla Roma) e i difensori Souprayen, Winck ed Helander.   In conclusione vi ricordo di tenere d’occhio il nostro Tabellone dei trasferimenti periodicamente aggiornato. Si aprano le danze, il calciomercato è partito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy