Fiorentina, problemi a centrocampo: le scelte di Montella

Montella dovrà ridisegnare il centrocampo a causa delle assenze di Castrovilli e Pulgar, sarà difficile non rimpiangerli ma i “nuovi” sono pronti anche ad un eventuale cambio modulo.

di Alessio Giaccari
Fiorentina, problemi a centrocampo: le scelte di Montella

Al ritorno di Ribery corrispondono due squalifiche eccellenti: Castrovilli e Pulgar. Badelj e Benassi sono già in griglia di partenza mentre Zurkowski, Cristoforo o Boateng sono al ballottaggio per domenica a Verona. A meno che le scelte di Montella non vadano verso un cambio modulo per la Fiorentina che porterebbe ad un 3-4-3 con esterni Dalbert e Lirola.

LA SITUAZIONE A CENTROCAMPO

La Fiorentina è in uno stato di forma deludente, solo 5 punti nelle ultime 5 partite. Forse le assenze di Castrovilli e Pulgar potrebbero portare Montella a fare scelte che diano freschezza alla manovra della Fiorentina con un nuovo modulo che sorprenda la prossima avversaria. Il gioco di mister Montella sembra si stia scontrando con un problema già incontrato in carriera dal mister: la sterilità del possesso palla. Il tiki-taka è bello, porta ad un gioco collettivo di qualità, però la monotonia del possesso palla fine a se stesso, ad un certo punto, non garantisce risultati.

LE POSSIBILI SCELTE DI MONTELLA

Quella dopo la sosta è una partita importante. Contro il Verona, sorpresa del campionato che è già a quota 15 punti, 1 in meno dei viola, non sarà facile. Montella ha l’occasione per cambiare strategia schierando un innovativo 3-4-3 grazie al ritorno di Ribery. È però solo una ipotesi, perché per ora le strade portano a Cristoforo, favorito su Boateng e Zurkowski, al fianco di Badelj e Benassi. L’uruguagio è stato molto utilizzato durante le amichevoli estive, ma non ha ancora accumulato nemmeno un minuto. Il polacco ne ha accumulati giusto dieci e Boateng potrebbe, invece, spuntarla con un ritorno al ruolo che lo ha reso grande.

La situazione non proprio brillante in casa viola è anche causata dal pessimo stato di forma di Milan Badelj. Il vice campione del mondo non ha un’ottima condizione fisica e non riesce a trovare la costanza e la tranquillità in fase di impostazione del gioco. Una crisi che dura ormai da più di un anno. Forse penalizzato dalle eccezionali qualità dei due squalificati, potrebbe essere proprio questa l’occasione per ripartire da zero vista la sua attuale situazione: brutta media voto, zero gol, zero assist, come zero ammonizioni, eppure quasi sempre titolare. Una grande occasione potrebbe averla anche Benassi, bomber dello scorso anno che da marzo ha perso la fiamma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy