Atalanta, Percassi ne è certo: “Sorprese da Lammers e Miranchuk. Ilicic torna presto”

Il Presidente dei bergamaschi ha parlato di alcuni suoi calciatori e delle imprese che sta compiendo la sua Dea.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

L’Atalanta sta vivendo ormai da anni una vera e propria favola. E l’attuale primo posto in classifica ne è l’ennesima riprova, dopo aver approfittato del mercato appena concluso per rinforzare ulteriormente la rosa a disposizione di Gian Piero Gasperini. Ne è convinto Antonio Percassi, che in una lunga intervista a L’Eco di Bergamo ha coccolato alcuni suoi calciatori, tra nuovi arrivati e veterani storici.

LE DICHIARAZIONI DI PERCASSI

Sull’Atalanta prima in classifica: “Non siamo degli sprovveduti. Ma non parlo di scudetto, perché poi perdi due partite e sei il presuntuoso che s’è schiantato. Noi saremo tanto più forti quanto più resteremo l’Atalanta: più sali in alto, più devi guardare in basso. Quest’Atalanta semplicemente non la colloco, non è l’anno: molte squadre si sono rinforzate. Juve e Inter sopra tutte, il Napoli le ha avvicinate. Poi c’è il gruppo di chi punta l’Europa, e le sorprese. Noi dobbiamo giocare sempre per vincere. Poi a primavera ci guarderemo intorno.

Sull’Europa: “Stiamo per cominciare la quarta grande esperienza. La continuità fa la differenza, e ripeterci sarebbe il nostro vero scudetto. In Europa impari e migliori. E la Champions è l’università”.

Su Lammers: “A livello di strutture, stiamo progettando altre migliorie: a Zingonia investiremo da 10 a 12 milioni di euro. E già adesso portare al centro i genitori dei ragazzi che vorremmo tesserare li convince a scegliere l’Atalanta. È stato così anche per Lammers: è arrivato a Zingonia coi genitori e la fidanzata, era felicissimo di essere all’Atalanta. Che attaccante è? Destro, sinistro, colpo di testa, personalità. Se segue il mister, ci darà soddisfazioni. Io facevo il difensore in altri tempi, ma gli avrei dato grandi randellate”.

Su Miranchuk: “I nuovi arrivati? Sono da Atalanta,sono ragazzi adatti a far crescere il gruppo, scovati dai nostri osservatori, guidati dalla meticolosità di Giovanni Sartori. Sono curioso di vedere giocare Miranchuk. La squadra è competitiva. Abbiamo ringiovanito il gruppo e inserito giocatori di livello per avere due squadre. E sono felice di vedere che anche il mister soddisfatto”.

Sull’Atalanta più forte di sempre: “Sono d’accordo. Non ricordo tanti giocatori così importanti tutti insieme, con tutta questa qualità, guidati da Gasperini in panca e da Gomez in campo. Rinnovati o da rinnovare non è un problema. Loro saranno atalantini e bergamaschi a vita”.

Su Ilicic: “Sta sempre meglio, e lo rivedremo presto in campo”.

Su Caldara: “Mattia è stato sfortunato, ma l’Atalanta crede in lui. Lo aspetteremo. Zero dubbi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy