Atalanta, Gasperini: “Lammers è pronto. Su Ilicic ero tra i più scettici”

Il tecnico dei bergamaschi è intervenuto in sala stampa alla vigilia del match casalingo contro la Sampdoria.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Il tour de force tra Champions e campionato non spaventa l’Atalanta, anche se Gian Piero Gasperini deve fare i conti con le necessarie rotazioni nell’undici titolare al fine di schierare ogni volta i suoi uomini migliori.

LE DICHIARAZIONI DI GASPERINI

Sulla partita: “È un impegno oneroso anche perché ci sono poche ore, ma è tipico di tutte le squadre impegnate nelle Coppe e con tanti giocatori in Nazionale. È una prova di resistenza e di adattamento da parte dei giocatori. Dobbiamo passare velocemente da una gara all’altra. Ci saranno anche Ajax e Liverpool, dobbiamo essere bravi”.

Sul turnover: “Siamo a novembre, abbiamo fatto diversi allenamenti e abbiamo giocato diverse partite: Hateboer e Gosens giocano molto, bisogna accelerare l’inserimento dei nuovi. Davanti abbiamo molte scelte, a centrocampo e in difesa ci conosciamo meglio, sulle corsie esterne è chiaro che bisogna inserire nuovi elementi”.

Sull’attacco: “Rispetto lo scorso anno è cambiata la disponibilità di Zapata, poi per un po’ di tempo non abbiamo avuto Ilicic. C’erano meno alternative in attacco. Muriel è stato determinante a gara in corso. Quest’anno siamo partiti con Josip ancora da recuperare, Lammers è arrivato all’ultimo momento: siamo andati sul sicuro, sono partito dai giocatori che conoscevo”.

Tra Lammers, Miranchuk e Malinovskyi: “È più pronto Lammers, ha fatto anche due gol e ha giocato di più. Vediamo se sarà disponibile oggi. Miranchuk ha fatto un bellissimo esordio, ma è più un giocatore che entrerà a gara in corso. Malinovskyi sta meglio, è comunque a disposizione”.

Sui singoli:De Roon gioca più di tutti, questo è il mio modo di elogiarlo. Gomez? Gli aggettivi sono finiti. Entrerà pure lui nelle rotazioni, anche se per lui è sempre meglio giocare che allenarsi. Ilicic? È un giocatore recuperato. A Napoli non è stato aiutato dalla squadra come ho già detto. Adesso ogni volta che sbaglia qualcosa viene notato, ma prima mi faceva incazzare di più. Non è che non sbagliava (ride, ndr). Dobbiamo riportarlo nella condizione migliore: è un giocatore recuperato, ero tra i più scettici ma ora è pronto per giocare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy