Atalanta, Gasperini: “Gomez ha recuperato, Castagne no. Czyborra non è convocato”

Il tecnico dei bergamaschi ha incontrato i giornalisti alla vigilia della trasferta contro il Torino.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Prima l’uscita dalla Coppa Italia, poi la sconfitta in casa con la Spal ultima in classifica. La scorsa non è stata di certo la migliore settimana dell’Atalanta, ma Gian Piero Gasperini non si è detto preoccupato dall’accaduto. Ora spera di rialzarsi contro il Torino affidandosi alle solite certezze della sua formazione.

LE PAROLE DI GASPERINI

Sulla sconfitta con la Spal: “Non è un inciampo, nell’arco del campionato capita. Dopo la partita con l’Inter c’è stato un po’ di calo, più nervoso che fisico. Con la SPAL ha pesato molto, anche per come si era messa la partita. Non siamo stati capaci di vincere una gara che si era messa bene, ora bisogna ripartire. Tutte le squadre sono dentro ai propri obiettivi, perché ne sono coinvolte diverse nel giro di pochissimi punti. Il girone di ritorno sarà una battaglia. Il campionato entra in una fase equilibrata, credo che la cosa migliore sia concentrarsi su ogni gara e non guardare gli obiettivi”.

Su Gomez e Castagne: “Gomez sta bene e ha recuperato, Castagne ancora non si è allenato. È una gran perdita, ha subito l’intervento ad agosto e si è trascinato qualche acciacco, anche se poi ha giocato tante partite. Speriamo che possa rientrare al più presto”.

Su Czyborra: “Non sarà convocato, ha una piccola contrattura da smaltire. Vogliamo conoscerlo un pochino, è arrivato con molto entusiasmo, ma oggi e domani si allenerà da solo. Speriamo di averlo a disposizione lunedì”.

Su Zapata: “Fisicamente è recuperato, con la SPAL è entrato anche nell’azione del gol. Ha giocato una buonissima partita, ha fatto sicuramente bene”.

Sul mercato: “In questo momento è arrivato Caldara. Vedremo Czyborra. Sono andati via Barrow, Ibanez e probabilmente Arana. Forse andrà via anche Masiello, vedremo oggi se la trattativa andrà a buon fine. La squadra è rimasta quella, a parte l’arrivo di Caldara. I giocatori importanti non sono sul mercato, adesso la società sceglierà come sostituire i partenti, lo sta facendo con acquisti di prospettiva. Questo può essere il target, speriamo che da questi ragazzi possa uscire qualche pezzo importante che possa rientrare del gruppo”.

Sul Torino: “La partita d’andata è stata giocata bene, hanno fatto una buona gara ma metterei una firma a ripetere la partita dell’andata. Ha dei giocatori bravi, sanno cosa devono fare. Non sta vivendo una stagione che rispecchia le loro aspettative, ma andremo a giocare una partita importante. A noi serve ritrovare l’energia e la concentrazione finalizzato al risultato, non possiamo cadere in presunzioni”.

Su Caldara: “È stato fermo da tanto, ha fatto una buona gara a Firenze. È un giocatore importante come lo sono i giocatori già inseriti. Il meglio della condizione lo raggiungerà tra qualche settimana. La squadra ha sempre reagito, ha sempre questa capacità. Ci capita di prendere qualche scoppola, come succede a tutti, ma dobbiamo reagire”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy