Roma, Bruno Peres out: chi giocherà come terzino destro?

Roma, Bruno Peres out: chi giocherà come terzino destro?

Con l’infortunio del brasiliano la Roma è priva di alternative di ruolo. Quale soluzione sceglierà il mister Di Francesco per fronteggiare l’Inter?

di Valerio Blasi Xella

Nemmeno il tempo di potersi godere la vittoria contro l’Atalanta che la Roma deve subito fronteggiare una situazione di emergenza: ovvero l’infortunio di Bruno Peres (fuori per 15 giorni a causa di una lesione muscolo/fasciale di primo grado del pettineo di sinistra), che così apre una vera e propria voragine a destra. Karsdorp, Emerson Palmieri e Florenzi sono tutti indisponibili o alle prese con il proprio percorso riabilitativo. E nella squadra non c’è una vera alternativa di ruolo.

La partita di sabato sera appare speciale sia sotto l’aspetto tecnico sia sotto l’aspetto emotivo. All’Olimpico di Roma si presenterà l’Inter deldiscusso ex Spalletti, reduce da una convincente vittoria contro la Fiorentina. Di Francesco dovrà trovare il bandolo della matassa. A sinistra infatti agirà un convincente Perisic, uno dei punti di forza della compagine nerazzurra.

LE POSSIBILI SOLUZIONI PER SOSTITUIRE BRUNO PERES

 

È di ieri la notizia di uno stop di circa 6-8 settimane per Nura, il giovane terzino destro della primavera che avrebbe potuto occupare quella parte dello scacchiere. Gli esami strumentali hanno messo in evidenza una lesione muscolo/tendinea del muscolo bicipite femorale della coscia destra. Perciò anche lui sarà fuori dai giochi per 2 mesi.

FlorenziQualcuno ha azzardato addirittura un possibile rientro di Florenzi, reduce da un anno costellato da ben due gravi infortuni al ginocchio. Questa soluzione però ci pare poco percorribile. Il giocatore  si sta allenando regolarmente col gruppo giallorosso, ma lo staff medico e lo stesso Di Francesco hanno sempre predicato cautela. Il ritorno di Florenzi è previsto per metà settembre, forse dopo la sosta. Probabilmente sarà convocato per la partita di sabato sera, ma la Roma continuerà a seguire la linea della prudenza fin qui adottata.

Anche la scelta del cambio modulo non è al momento un’alternativa credibile: Di Francesco ha sempre lavorato con la difesa a 4 e in questi mesi i giocatori ne hanno assorbito i dettami. Un cambio di rotta, seppure dettato da un’emergenza contingente, potrebbe scompaginare gli automatismi tattici della squadra. L’appuntamento è troppo importante per poter ipotizzare un cambio d’abito. La sensazione è che la Roma si presenterà sempre con il 4-3-3 d’ordinanza.

MANOLAS_KOSTASLa soluzione più probabile perciò, secondo noi, è quella di adattare uno dei difensori disponibili in rosa nel ruolo di terzino destro. La prima ipotesi è quella di spostare Kolarov a destra, conservando la coppia Manolas e Juan Jesus al centro, e adattare Moreno a sinistra – il messicano può giocare anche come terzino sinistro.
Altrimenti Di Francesco potrebbe pensare di adattare a destra un centrale tra Manolas, Juan Jesus e Moreno. Più probabile vedere Manolas in quella posizione. A quel punto al centro, con Kolarov terzino sinistro, ci sarebbero Jesus e Fazio (con Moreno pronto ad insidiare il posto dell’argentino).
Come ultima soluzione (si tratterebbe di una mossa molto temeraria) Di Francesco potrebbe addirittura inventarsi Pellegrini come terzino destro (già provato negli ultimi minuti della partita contro l’Atalanta).

Qualche indicazione importante potrebbe comunque giungere dagli allenamenti di questi giorni. Una cosa è certa: qualsiasi soluzione Di Francesco adotterà, sulla destra ci sarà da soffrire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy