Il Fanta mi ha rovinato la vita – Mertens vs resto del mondo, prima puntata

Ennesima tripletta del folletto belga in serie a. I suoi possessori godono, tutti gli altri un po’ meno….

di Valerio Blasi Xella

 

Ritorna la rubrica in collaborazione con gli amici de “Il Fantacalcio mi ha rovinato la vita“, che racconteranno le gioie più grandi, le ansie più struggenti, le urla più disperate causate dagli avvenimenti più importanti delle ultime giornate al fantacalcio. Perchè il fanta può farti fare cose che non avresti mai creduto: in fondo, #èunamalattia.

Se c’è una cosa che ormai abbiamo capito di questa nuova stagione (fanta) calcistica è che assomiglierà molto alla precedente. Nello scorso campionato non soltanto ben sei giocatori hanno abbattuto il muro dei 20 gol (come accaduto solo tre volte nella storia del torneo: 1949-50, 1950-51, 1997-98); ma la stessa serie A è stato il torneo più prolifico tra i top cinque europei.

Se il buongiorno si vede dal mattino, anche quest’anno prepariamoci ad assistere a spettacolari partite ricche di gol. Una manna per il fantacalcio. Ma soprattutto per chi ha puntato sui top dell’attacco.

Uno di questi si chiama Dries Mertens, che ieri pomeriggio ha messo a segno la sua 4° tripletta (più un poker al Torino) da quando gioca con la maglia del Napoli. Un giocatore, quindi, che è capace con le sue marcature multiple di far vincere da solo una partita. Fantastico. Ma c’è un “ma”. Perché a suon di doppiette, triplette e poker il buon Ciro (come lo chiamano a Napoli) ha lasciato dietro di sé una folta schiera di nemici che giornata dopo giornata sta aumentando sempre di più. Di che cosa si tratta?

“MERTENS, CI HAI FREGATO MILIK!”

E qui bisogna fare una breve premessa. L’anno scorso il Napoli, dopo il trasferimento di Higuain alla Juve, aveva acquistato dall’Ajax il centravanti di belle speranze Arkadiusz Milik. Molti fantallenatori, dopo la splendida stagione realizzativa del Pipita, avevano preso il polacco all’asta pensando che il gioco di Sarri potesse mettere Milik in condizione se non di replicare, almeno di non far rimpiangere la stagione di Higuain. Insomma, l’equazione era semplice: se Higuain + Sarri = 36 gol, Milik + Sarri = ?

E bisogna ammettere che le prime giornate certificavano la correttezza di questo ragionamento, dato che il polacco riusciva a mettere a segno due doppiette nelle prime quattro partite. Poi, però, Milik si fa male ed è costretto a stare fuori per 4 mesi. Disperazione, lacrime e pacche consolatorie sulle spalle. Chi ha Gabbiadini gongola. Soprattutto quelli che si erano comprati la coppia, “non si sa mai”. E qui arriva il colpo di scena, quello che non ti aspetti. Sarri, pur di non mettere Gabbiadini come centravanti, estrae dal polsino la carta Mertens ”falso nove”. “Ma ti pare che una soluzione del genere può durare? Vedrai appena si renderà conto che lì non può giocare, verrà confermato Gabbiadini, oppure interverranno sul mercato”… Il resto della storia è nota a tutti. Mertens comincia a segnare a grappoli e a suon di gol farà fuori nell’ordine Gabbiadini, Pavoletti (che nel frattempo da Genova era atterrato a Napoli circondato dalle vane speranze dei possessori) e Milik, ritornato dall’infortunio. Insomma, in un colpo solo il folletto belga si attira l’odio di chi aveva questi tre giocatori. E chi ha preso Mertens nella prospettiva di avere il solito giocatore dai 5-6 gol stagionali con poche presenze e tanti cartellini, si ritrova in mano una pepita d’oro che gli farà vincere il fantacalcio.

STAGIONE 2017-2018: V PER VENDETTA? 

E quest’anno, come sarà la situazione? Eh già, perché molti hanno deciso di puntare ancora su Milik, nella speranza che prima o poi possa riprendersi il posto da titolare o quantomeno possa giocare le partite più facili in campionato in ottica turnover. Tuttavia, lo scenario che si sta profilando non è quello che si aspettavano i fans del polacco. Perché pensate che, a parte la prima giornata in cui ha regalato 1 gol partendo da titolare contro il Verona, Milik nelle ultime 3 sfide, tutte abbordabili (Atalanta, Bologna e Benevento) non è nemmeno entrato. E beffa delle beffe, Sarri ha deciso di farlo giocare in Champions dove ha portato un bel + 3 su rigore. In campionato per ora la torta se la mangia tutta Mertens.

LA GUERRA È COMINCIATA: MERTENS VS RESTO DEL MONDO

Insomma, possiamo dire senza timore di sbagliare che Mertens è uno di quei fantagiocatori che o si ama o si odia. Anche ieri in occasione dei due rigori assegnati al Napoli, il belga ha deciso di calciarli entrambi a risultato super acquisito. A ”causa” di questa scelta ha ricevuto le maledizioni di tutti i possessori di Hamsik, che speravano potesse sbloccarsi sul dischetto dopo 4 partite a zero bonus, di Milik (ma questo già lo sappiamo) e di Jorginho. A proposito di ciò, Mertens nel post partita ha rivelato: “Rigori? Il mister dice sempre che siamo io e Jorginho a doverli tirare, lui ha tirato quando c’erano la mamma e la sorella e glieli ho lasciati, oggi non potevo lasciare”.

Possessori di Mertens state attenti. Ci sono molti gufi all’orizzonte. Da ieri anche la mamma e la sorella di Jorginho!

Alla prossima puntata.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy