Rincón alla Juve, cosa cambia Allegri con l’arrivo del General

Rincón alla Juve, cosa cambia Allegri con l’arrivo del General

Cambiamenti in arrivo nell’undici titolare del tecnico bianconero con l’acquisto del centrocampista venezuelano.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

“Un sogno divenuto realtà”. Tomás Rincón ha definito così la Juventus nella consueta conferenza stampa di presentazione andata in scena ieri pomeriggio allo Stadium. Il primo colpo della sessione invernale del mercato bianconero non vedeva l’ora di approdare in un top club europeo per sfoggiare tutte le proprie qualità e giocarsi tutte le proprie carte. Per farlo, dovrà convincere Massimiliano Allegri a inserirlo nel suo undici titolare, che inevitabilmente subirebbe alcune variazioni negli interpreti a seconda del modulo adottato. E qualcosa ci dice che l’ormai ex Genoa non impiegherà molto tempo per entrare nelle grazie del Mister livornese.

RINCÓN NEL 4-3-1-2

Difatti, non è difficile immaginare l’animo da leader di colui che non ha esitato neanche per un attimo ad accettare di gran lunga il soprannome El General, gentilmente coniato da giornalisti e tifosi tedeschi ai tempi dell’Amburgo. Animo questo, che è particolarmente affiorato lo scorso anno quando l’allora tecnico del Genoa Gasperini decise di fargli ricoprire il ruolo di centrale davanti alla difesa in un centrocampo a 3, dove nel tempo ha dimostrato buona visione di gioco e una tecnica di tutto rispetto, oltre che la capacità di spegnere sul nascere diverse manovre offensive avversarie. Caratteristiche assolutamente congeniali a una Juventus a corto di registi che, ormai dall’uscita di scena di Pirlo, si serve di Marchisio adattato in tal ruolo. Ma se da un lato il Principino bianconero non ha mai fatto rimpiangere l’illustre predecessore, dall’altro la rinuncia a lui nel suo ruolo naturale di mezzala ha abbassato notevolmente il potenziale offensivo della Vecchia Signora, che di conseguenza ha dovuto rinunciare ai suoi efficaci inserimenti in area avversaria che, tra le altre cose, avevano fatto la fortuna del triennio targato Antonio Conte. Senza dimenticare inoltre come, nei sei mesi di assenza di Claudio per via della rottura del crociato, i suoi sostituti Hernanes e Lemina abbiano manifestato tutti i propri limiti tecnici e tattici. Proprio in virtù di ciò, l’acquisto di Rincón a mercato ancora ufficialmente chiuso si è rivelato fondamentale per liberare Marchisio e consentire così ad Allegri l’adozione definitiva del tanto agognato 4-3-1-2, con Pjanic trequartista alle spalle delle due punte e Khedira a completare la triade di centrocampo. In tal caso, a rischiare il posto da titolare sarebbe il solo Sturaro, oltre che Chiellini (tra l’altro quasi sempre infortunato in questa stagione) con il rientro di Bonucci.

Probabile formazione:

Buffon

Lichtsteiner-Barzagli-Bonucci-Evra/Alex Sandro

Khedira-Rincón-Marchisio

Pjanic

Dybala-Higuain

RINCÓN NEL 3-5-2

Allettante anche l’idea del ben collaudato 3-5-2. In tal caso, se nel reparto arretrato non vi è alcun dubbio sullo schieramento della BBBC quale garanzia quinquennale di vittorie e qualità, a centrocampo Allegri avrebbe maggiori opzioni di scelta. Non a caso, con Rincón sempre regista davanti alla difesa e Khedira e Marchisio mezzali, sulle fasce potrebbero alternarsi Cuadrado e Lichtsteiner a destra e Alex Sandro ed Evra a sinistra, a seconda della necessità di avere maggiore spinta offensiva o maggiore copertura difensiva. Come si può notare, però, con questa soluzione a restare in panchina sarebbe lo stesso Pjanic, per il quale – lo ricordiamo – la società bianconera ha sborsato la ‘modica’ cifra di 38 milioni di euro.

Probabile formazione:

Buffon

Barzagli-Bonucci-Chiellini

Cuadrado/Lichtsteiner-Khedira-Rincón-Marchisio-Alex Sandro/Evra

Dybala-Higuain

RINCÓN NEL 4-3-3

Da non escludere anche la possibilità di vedere in campo il tridente offensivo nel 4-3-3 chiesto a gran voce da tanti tifosi juventini. In questo caso, il trio di metà campo dovrebbe essere sempre il medesimo, con il neo-arrivato tra le colonne portanti Khedira e Marchisio e Pjanic nuovamente nelle insolite vesti di riserva.

Probabile formazione:

Buffon

Lichtsteiner-Barzagli-Bonucci-Evra

Khedira-Rincón-Marchisio

Dybala-Higuain-Mandžukić/Pjaça

RINCÓN NEL 4-4-2

Ipotesi molto meno plausibile, ma non da accantonare del tutto, è quella di Rincón regista in coppia con lo stesso Marchisio (in questo primo squarcio di stagione a Genova il venezuelano ha dimostrato di poter ricoprire questo ruolo giocando in coppia con Veloso, ndr.) in un improbabile 4-4-2. Con tale modulo, il tecnico bianconero potrebbe puntare ad avere maggiore copertura difensiva e una spinta efficace sulle fasce, dove se a destra Cuadrado ha il posto assicurato vista la frattura al perone di Dani Alves, a sinistra il rientrato Pjaça potrebbe dare il cambio all’onnipresente Alex Sandro. Tuttavia, si tratta comunque di un’ipotesi alquanto remota in quanto con essa rimarrebbero fuori dai giochi, in un colpo solo, sia Pjanic che Khedira e siamo pronti a scommettere che Allegri non si priverà tanto facilmente di entrambi.

Probabile formazione:

Buffon

Lichtsteiner-Barzagli-Bonucci-Evra

Cuadrado-Rincón-Marchisio-Alex Sandro/Pjaça

Dybala-Higuain

RINCÓN: IL JOLLY DI ALLEGRI

Insomma, El General è un vero e proprio jolly nelle mani di Massimiliano Allegri, che potrà servirsene a suo piacimento per aumentare il potenziale offensivo della sua squadra. Del resto, il neo-numero 28 bianconero lo ha anche ribadito in conferenza stampa, quando tra le altre dichiarazioni ha affermato: “Io sono a disposizione, ovunque la squadra abbia bisogno. Non dipende da me dove giocherò, ma lavorerò tutti i giorni per stare bene, dare il massimo e dare una mano ai compagni ogni volta che scenderò in campo. Ho l’umiltà sufficiente per cercare ogni giorno di crescere e imparare. Uno non deve mai pensare di sapere tutto e di essere arrivato al massimo: si deve giocare e vivere sempre al massimo. In questa squadra tutti sono campioni e bisognerà lavorare per mettersi a disposizione della società, dello staff e dei compagni”.

E allora, caro Mister Max, plasmalo come meglio credi e trasformalo da jolly ad autentico asso nella manica, capace di portare punti alla tua Juventus e bonus ai suoi fantallenatori!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy