Juventus, Szczesny-Buffon: come comportarsi al fantacalcio?

Il neo-acquisto bianconero arriva nei panni di vice-Buffon: che impatto avrà sul fantacalcio?

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Stagione di grandi cambiamenti nella retroguardia della Juventus. Durante questa sessione di mercato i bianconeri hanno già detto addio al titolarissimo Leonardo Bonucci, e al secondo portiere Norberto Neto. Ma se tra i difensori i giochi sembrano essere ancora aperti, con il possibile acquisto di altri elementi con cui completare il reparto, tra i pali il sostituto di Neto è già stato trovato: si tratta del polacco Wojciech Szczesny, la cui conferenza stampa di presentazione è andata in scena nella giornata di ieri tra le mura dell’Allianz Stadium. Classe 1990 e figlio d’arte, l’estremo difensore ex Roma è approdato alla corte di Massimiliano Allegri a titolo definitivo per circa 12 milioni di euro nell’importante ruolo di vice-Buffon, con il quale verrà chiamato a confrontarsi e ad alternarsi nelle tre massime competizioni per garantire sempre alla squadra sicurezza e freschezza tra i pali. Lo sa bene il polacco, che a proposito del numero 1 bianconero ha già dichiarato: “Io voglio crescere, quindi non c’è una possibilità migliore che potermi allenare con Gigi. Lui secondo me è uno dei più forti o il più forte portiere della storia del calcio, non solo del calcio italiano, ma del calcio mondiale. Quindi oggi io ho l’opportunità di allenarmi con lui: voglio imparare da lui”.

SZCZESNY: CARRIERA E CARATTERISTICHE TECNICHE

Cresciuto nelle giovanili dell’Arsenal, nella stagione 2009-2010 Szczesny fu aggregato alla Prima Squadra londinese, dove ha militato fino alla stagione 2014-2015 arrivando a conquistarsi il posto da titolare anno dopo anno. Ma l’arrivo di Cech e le brutte prestazioni dell’intero club finirono per relegarlo ai margini del progetto dei Gunners, ragion per cui nell’estate di due anni fa Wojciech fu ceduto in prestito alla Roma. Nel biennio con la maglia giallorossa il polacco ha collezionato 79 presenze e subito un totale di 90 reti, concedendosi nella passata stagione il lusso di ben 14 clean sheet. Al termine del prestito, Szczesny ha fatto ritorno al suo vecchio club, con il quale la Juventus si è messa in contatto per perfezionare il suo trasferimento a Torino a titolo definitivo.

Con i suoi 196 cm di altezza e la sua corporatura statuaria, Szczesny è in grado di coprire bene l’area piccola soprattutto in fase d’uscita. Dotato di grande reattività e di un curriculum internazionale, il secondo portiere bianconero risulta essere anche un’autentica garanzia in fatto di precisione con i piedi: infatti, stando alle statistiche, nella scorsa stagione Wojciech è stato il migliore tra i suoi colleghi con l’81% di accuratezza nei passaggi riusciti con i piedi (ben 818).

SZCZESNY-BUFFON: IMPATTO AL FANTACALCIO

Mai come quest’anno alla Juventus la titolarità granitica di Buffon sembra destinata a venire meno. Non è un mistero infatti, che il Capitano bianconero si avvii ad appendere scarpini e guantoni al chiodo, ragion per cui la società si sarebbe mossa in anticipo per garantirsi le prestazioni di un buon portiere come Szczesny. L’impressione generale è che nella stagione ormai alle porte il polacco, a differenza dei suoi predecessori che si sono limitati a guardiani della porta bianconera durante la Coppa Italia, avrà il compito di far riprendere fiato allo stesso Buffon anche nei match di Campionato con squadre minori, in modo da garantire al numero 1 la possibilità di concentrarsi esclusivamente sulla tanto agognata Champions League. In virtù di ciò, in sede d’asta fantacalcistica, sarebbe un bene cercare di aggiudicarseli entrambi in modo da avere massima copertura in panchina e titolarità assicurata. Dunque, a tutti quei fantallenatori che faranno di tutto per assicurarsi Gigi tra i pali consigliamo di spendere qualche credito anche per il buon Wojciech. Una coppia sicuramente costosa, ma l’unico modo per garantirsi la titolarità tra i pali bianconeri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy