Juventus, e se arrivasse davvero Emre Can?

Juventus, e se arrivasse davvero Emre Can?

Il matrimonio tra i bianconeri e il centrocampista del Liverpool è pronto per essere finalmente celebrato. Ma cosa potrebbe cambiare nello scacchiere di Allegri con il suo arrivo? Scopriamolo assieme.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Malgrado la stagione sia ancora tutta in ballo, con la finale di Coppa Italia alle porte e il settimo scudetto consecutivo ancora in bilico da un punto di vista matematico, in casa Juventus è già tempo di pensare al futuro. E non è un mistero che all’immediato orizzonte bianconero ci sia Emre Can, il centrocampista in forza al Liverpool che da un anno è entrato nei radar della Vecchia Signora e che di recente è apparso sempre più prossimo a staccare un biglietto di solo andata per Torino.

JUVENTUS–EMRE CAN: LE INDISCREZIONI SULL’AFFARE

Stando a quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, e ripreso poi da altre testate nazionali, pare infatti che qualche giorno fa Emre Can e la dirigenza bianconera si siano incontrati in gran segreto a Vinovo, per chiudere la lunga trattativa che li vede coinvolti da giugno 2017, con un quinquennale da sei milioni di euro a stagione più bonus e con il mediano dei Reds che approderebbe alla corte di Massimiliano Allegri da svincolato e quindi a parametro zero.

La Juve avrebbe così battuto la spietata concorrenza di Real Madrid, PSG e Bayern Monaco, fornendo al calciatore garanzie di titolarità nell’undici del tecnico livornese, vista la necessità di quest’ultimo di rinnovare un centrocampo ormai spremuto dalle tante partite giocate e dagli altrettanti obiettivi raggiunti.

Inoltre, a far capitolare definitivamente il giovane talento tedesco di origini turche ci avrebbe pensato l’inserimento nel suo contratto di una clausola rescissoria, dietro il cui pagamento potrebbe lasciare Madama a suo piacimento: non a caso, malgrado la società bianconera sia di solito restia a tali vincoli economici, pare proprio che Marotta & Co. siano pronti ad optare per uno strappo alla regola pur di assicurarsi le prestazioni del centrocampista.

EMRE CAN: I NUMERI E LE CARATTERISTICHE TECNICHE

E non ci sarebbe neanche da stupirsi più di tanto per il trattamento speciale che il club bianconero sarebbe propenso a riservare a Emre Can, viste le sue doti naturali e i numeri messi a segno finora. Classe 1994, il ragazzo presenta una duttilità di ruolo non indifferente, che consentirebbe ad Allegri di avere a disposizione una mezzala fisica che all’occorrenza potrebbe essere impiegata anche come terzino destro o addirittura come difensore centrale, senza dimenticare che agli inizi della sua carriera veniva schierato pure come regista davanti alla difesa.

Un vero e proprio jolly dunque, che nelle ultime stagioni non solo è divenuto uno dei centrocampisti più temuti del campionato inglese per la precisione dei suoi tackle, ma sembra anche aver preso confidenza con i bonus, che potrebbero fare la differenza tanto per Mister Max quanto per i fantallenatori: basti pensare che, solo nell’ultima annata, Emre Can ha totalizzato 26 presenze in Premier League con 3 reti e 5 assist all’attivo, mentre in Champions League si è guadagnato il campo 9 volte (tra qualificazioni e competizione vera e propria) mettendo la firma su 3 goal (di cui 2 nella gara di ritorno delle qualificazioni contro il TSG Hoffenheim e 1 nella partita di ritorno del girone E contro l’NK Maribor, ndr). Una crescita continua se si considerano i numeri della stagione precedente, quella in cui il suo talento è esploso con 5 goal e 3 assist in 32 presenze nella massima serie inglese.

L’unica sua pecca sembrerebbe essere la propensione al cartellino giallo (6 nella stagione 2016-2017, ben 12 nella stagione 2017-2018 di cui 8 in campionato e 4 in Champions, ndr), giustificata comunque dalla posizione ricoperta in campo e dalla sua fisicità prorompente.

EMRE CAN: DOVE SI INSERISCE NELLO SCACCHIERE DELLA JUVENTUS?

Tenere in panchina un estro come Emre Can sarebbe dunque difficile, se non addirittura impossibile, per Mister Allegri, che potrebbe ricorrere a lui per far fronte alle varie emergenze tattiche che si sono manifestate nel corso dell’ultima stagione. Prima fra tutte, la mancanza di un degno sostituto di Sami Khedira, che con l’arrivo del connazionale diverrebbe la riserva di lusso dei bianconeri: difatti, qualora si consolidasse il centrocampo a 3, Emre Can verrebbe schierato a destra, a supporto della regia di Pjanic e della mezzala sinistra Matuidi, e a farne le spese sarebbero i vari Sturaro e Marchisio, dati ormai per partenti poiché sempre più ai margini del progetto bianconero.

L’altro campanello d’allarme che dovrebbe spegnersi con Emre Can è quello relativo alla questione legata all’esterno basso destro, dove il solo De Sciglio non può far fronte ai tanti impegni ufficiali della Juventus, considerata anche la sua fragilità fisica che quest’anno lo ha portato a rimanere fuori dai giochi in diverse occasioni a causa di vari infortuni. In tal senso, Emre Can potrebbe consentirgli di rifiatare, a discapito di un Lichtsteiner ormai saturo e di un Höwedes del tutto inutile e pronto per essere rispedito al mittente a fine prestito.

Da qualsiasi lato lo si guardi, è indubbio quindi come Emre Can possa rappresentare un autentico colpo di mercato, nonché una scommessa alquanto allettante. Per la Juventus e per il mondo del Fantacalcio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy