Udinese, parla Tudor: “Lasagna ha un sinistro micidiale. E su De Paul…”

Udinese, parla Tudor: “Lasagna ha un sinistro micidiale. E su De Paul…”

Igor Tudor ha parlato dei suoi giocatori mentre si prepara ad affrontare la sua prima sfida da nuovo tecnico bianconero contro il Genoa.

di Patrizia Monaco
Igor Tudor Udinese 2019

La sosta delle nazionali ha portato un po’ di scompiglio in casa Udinese: dal 20 marzo, infatti, Igor Tudor è diventato il nuovo tecnico bianconero. La sconfitta arrivata lo scorso weekend contro il Napoli è stata fatidica per l’ex ct Davide Nicola che ha così dovuto lasciare il proprio posto ad un allenatore che non è certo sconosciuto all’ambiente friulano.

Tudor, infatti, aveva già guidato De Paul e compagni nella prima metà della precedente stagione, quando le cose non andarono però per il verso giusto. Questa volta sarà lui a dover rimettere insieme i pezzi e risollevare le sorti della squadra, con l’obiettivo assoluto di scongiurare definitivamente il pericolo retrocessione.

LE PAROLE DI TUDOR A UDINESE TV

Intervenuto in queste ore ai microfoni di Udinese Tv, Tudor si è espresso a riguardo dei singoli giocatori che si ritroverà ad allenare da qui a fine maggio.

Tornare è sempre bello. Lo scorso anno abbiamo fatto bene, speriamo di ripeterci“. Ha esordito così il ct croato, che ha poi dichiarato: “OkakaNuytinck e D’Alessandro stanno migliorando. Il primo si sta allenando bene, l’ho visto con grande qualità. D’Alessandro non sta bene, mentre Nuytinck non si allena ancora con il gruppo. Behrami migliora, Samir è invece da valutare“.

Su Lasagna: “Lui è un calciatore che ha bisogno di spazio. Ha un passo impressionante ed un sinistro micidiale, è uno che deve andare in profondità. Non è un’ala che dribbla e se viene spostato sull’esterno è solo per rendere più offensiva la squadra. Sono contento di averlo in squadra“.

Su Pussetto: “Lui gioca, ve lo posso confermare. Ha ancora margini di crescita ma dipende tutto da lui perché è sempre la testa che ti fa arrivare ad un certo livello. Se hai qualità e lavori, puoi crescere tanto“.

Su De Paul: “Lui è fortissimo, ovunque lo metti fa bene. Se potessi scegliere, la sua posizione è un misto tra un 10 e un’ala che si inserisce. Salta l’uomo, è vero, ma è anche bravo tra le linee“.

Infine, Tudor ha parlato di Mandragora e Balic: “Il primo ha fatto il centrocampista tutta la vita, facciamogli fare quello. Balic è un giocatore di qualità e a me piace averne così”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy