Udinese, Lasagna: la difficoltà di confermarsi

Udinese, Lasagna: la difficoltà di confermarsi

L’attaccante bianconero, protagonista di un girone d’andata sottotono, ha anche rimediato un infortunio alla spalla.

di Fabio Cancemi
lasagna udinese

Piove sul bagnato per Kevin Lasagna e l’Udinese. L’ ex Carpi, protagonista l’anno scorso di una stagione assolutamente positiva, non ha finora confermato quanto di buono aveva fatto vedere. L’avvio di campionato del 26enne attaccante bianconero ha deluso di gran lunga le aspettative e, quello che sembrava dover essere l’anno della conferma e della consacrazione nel massimo campionato nostrano, si è trasformato ad oggi in un annus horribilis.

UDINESE, IL DRASTICO CALO DI LASAGNA

La stagione attuale sembrava essere cominciata sotto i migliori auspici per Kevin Lasagna. Il ragazzo aveva maturato un ulteriore anno di esperienza in Serie A, era inserito in un collettivo che era rimasto, bene o male, invariato ed aveva trovato una certa continuità sotto porta. Aspetto non da poco quello appena citato, per un attaccante che, negli anni, aveva palesato una certa difficoltà nel finalizzare le occasioni da gol. Nonostante le buonissime premesse incoraggiassero ad aspettarsi una conferma della grande crescita in atto, il giocatore si è impantanato tra varie difficoltà, fornendo prestazioni non all’altezza.

La punta ex Carpi ha faticato ad ingranare fin da inizio campionato. Se in principio l’ostacolo al rendimento di Lasagna poteva sembrare mister Velazquez e le sue richieste tattiche di un’interpretazione del ruolo nel 4-2-3-1 fuori dalle sue corde, è anche vero che la situazione non è mutata neppure con l’avvento del nuovo tecnico Nicola e il suo 3-5-1-1. Effettivamente, va considerato come l’attaccante bianconero sia decisamente più adatto a giocare in un tandem d’attacco e non certamente a fungere da unico riferimento offensivo. Non è un caso che l’anno scorso Kevin Lasagna abbia fatto vedere le cose migliori giocando con una punta di peso (Maxi Lopez) accanto. Probabilmente, l’acquisto di Okaka potrebbe anche essere letto in quest’ottica.

Per l’ex Carpi comunque, le cose non si mettono benissimo. Infatti,  il ventaglio di scelte come seconda punta da affiancare all’ex Watford vede anche la candidatura non indifferente di Pussetto e, all’occorrenza, di De Paul. Come se non bastasse, nell’amichevole disputata mercoledì scorso contro la Pro Patria, Lasagna ha patito un infortunio alla spalla che lo ha costretto a giocare sabato con un tutore con fasciatura e a ricorrere a delle infiltrazioni. Il dolore alla spalla non tende a diminuire e costringe, per forza di cose, l’attaccante a non potersi allenare al 100%.

UDINESE, LASAGNA AL FANTACALCIO

I 12 gol segnati nel campionato 2017-2018 in sole 28 presenze, con una FM di 7,43, rappresentavano un succulento biglietto da visita che i fantallenatori non avranno di certo ignorato nelle aste di agosto. Inquadrato, a ragion veduta, come un buonissimo 3° slot in leghe ad 8 squadre, non ha assolutamente ripagato dei crediti spesi. Nella stagione in corso, l’attaccante ha realizzato solamente 3 gol e 1 assist con una FM di 5,94. Cifre che appaiono ancor più paradossali considerando che ha giocato con maggiore continuità rispetto allo scorso anno e che, inevitabilmente, ci portano a ridimensionare la sua collocazione nelle nostre fantarose.

Come bisogna comportarsi con lui al Fantacalcio? Se oramai appare difficile pensare ad una conferma di quanto di buono fatto registrare nel campionato scorso, conviene comunque avere fiducia nel giocatore. L’arrivo di Okaka potrebbe portargli qualche beneficio e, con l’Udinese in lotta per una salvezza tranquilla da raggiungere al più presto, non ci sentiamo di escludere una sua possibile ripresa. L’attaccante va un attimo ridimensionato all’interno delle vostre rose, questo è certo, ma da qui a ritenerlo ormai uno scarto da cestinare ce ne passa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy