Udinese, definite le gerarchie in porta: ecco chi è il titolare di questa stagione!

Udinese, definite le gerarchie in porta: ecco chi è il titolare di questa stagione!

La quarta giornata di Serie A giocata contro il Torino ha fatto luce sulle gerarchie per la porta dell’Udinese: Musso sarà la riserva di Scuffet.

di Ciro Brancone, @_Cb_official_
Scuffet - Udinese

Con l’addio di Bizzarri in estate, l’Udinese si è buttata alla ricerca di un nuovo portiere titolare che lo potesse sostituire: dal Racing Club è arrivato Juan Musso, giovane estremo difensore argentino sul quale il club friulano ha dimostrato di puntarci molto. Il classe ’94 nei primi giorni di ritiro si è però infortunato alla mano e alla corte di Velázquez, oltre all’approdo di Nicolas, c’è stata la permanenza di Simone Scuffet, offerto praticamente a mezza Serie A ma per il quale non si è riusciti a trovare una sistemazione.

L’estremo difensore classe ’96 ha così iniziato a godere della fiducia del proprio tecnico e con Musso ancora ai box è sceso in campo nelle prime tre gare di campionato, non demeritando e convincendo tra i pali. Le sue prestazioni lo hanno rimesso in corsa per una maglia da titolare e Velázquez, convinto, lo ha confermato ieri nella quarta giornata di Serie A contro il Torino (malgrado l’argentino a piena disposizione anche durante la sosta per le Nazionali). Scelta tecnica ormai chiara: gerarchie definite, Scuffet sarà il portiere titolare dell’Udinese per la stagione 2018/2019.

SCUFFET TITOLARE: I MOTIVI DELLA SCELTA

Dopo averlo cercato di vendere a tutti i costi in estate, ma vanamente, l’Udinese si è resa conto che questa è davvero l’ultima possibilità per cercare di valorizzare Scuffet, il cui cartellino, dopo la tanta panchina nelle ultime due stagioni, si è notevolmente svalutato. Ultima occasione per fare una buona plusvalenza, per essere chiari. Nel frattempo Musso avrà il tempo necessario per crescere e ambientarsi in Italia (imparando anche la lingua, aspetto fondamentale se consideriamo quanto questa sia importante per un estremo difensore), e di certo un anno di panchina non lo svaluterà, anzi sarà fondamentale per la sua crescita professionale in un campionato diverso e più competitivo rispetto a quello argentino.

SCUFFET TITOLARE: COSA ASPETTARSI AL FANTACALCIO

Cambiano dunque i nomi, ma la sostanza resta sempre la stessa: il portiere dell’Udinese al Fantacalcio va preso in coppia o in un trio di portieri, in modo da poterlo alternare in base agli impegni che i friulani affronteranno durante la stagione. Cosa aspettarsi in particolare? La difesa friulana non è tra le migliori del campionato, le reti subite ci saranno, e pure molte, dunque da Scuffet più che le porte inviolate possiamo aspettarci un buon rendimento, magari utile per chi gioca col modificatore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy