Spal: il ritorno di Andrea Petagna

Spal: il ritorno di Andrea Petagna

Uno dei giocatori più criticati dai fantallenatori degli ultimi anni, si sta dimostrando fondamentale per questa Spal anche grazie ai suoi gol: scopriamo insieme il ritorno di Petagna.

di Giovanni Sichel, @SichelGiovanni

Quando le cose vanno male e c’è bisogno di prendersela con qualcuno, il fantallenatore medio vede in Andrea Petagna una vittima perfetta: un attaccante che non segna e sbaglia tanto. Si finisce così con l’ignorare quello che il numero 37 riesce a fare, come se il gioco di e per la squadra, essendo uno dei giocatori più avanzati in campo, non contasse nulla. Eppure lui non si dà per vinto e, a testa bassa, sforna partita dopo partita prestazioni che meriterebbero di essere esaltate di più.

ANDREA PETAGNA: LA MONTAGNA IN MOVIMENTO

Alto 190 centimetri per 85 chilogrammi Petagna è un giocatore roccioso che fa della forza fisica una delle sue armi principali. Che riceva palla a centrocampo o la riceva in mezzo all’area avversaria, non ci sono storie per gli avversari: sradicargli la palla dai piedi è praticamente impossibile. La facilità con cui riesce, con il corpo, a tenere nascosta la palla anche ai migliori difensori avversari fa sembrare tutto fin troppo semplice. Eppure non sono in molti nel nostro campionato a farlo.

A questa incredibile capacità, bisogna aggiungere uno spirito di sacrificio encomiabile ed un’ottima visione di gioco. Non c’è partita in cui il giocatore ex atalantino non combatta in ogni zona del campo e su ogni lancio, anche quando questo può servire solo a far rifiatare i compagni e non a creare un reale pericolo per gli avversari. La capacità di trovare quasi sempre la linea di passaggio migliore possibile l’ha invece appresa giocando fra il Papu e Conti prima ed il Papu ed Ilicic poi. Non è raro, infatti, che le azioni più pericolose nascano dai suoi filtranti per gli uomini sulle fasce.

ANDREA PETAGNA: IL FEELING CHE NON C’È

Quello che però è assolutamente innegabile è la sua mancanza di feeling con la rete, ma non con le occasioni. È frequente vederlo ricevere palla in area, liberarsi del suo avversario e calciare verso la porta, ma la maggior parte delle volte senza centrare lo specchio. Contro l’Inter, ad esempio, dopo un rimpallo in area nato da un corner, fa un movimento che nel calcio non siamo abituati a vedere da un giocatore alto quasi due metri per smarcarsi approfittando del mezzo pasticcio di Asamoah e Vrsaljko, e poi va al tiro dal limite dell’area piccola, sparando però il pallone sopra la traversa.

Contro la Roma le occasioni da gol clamorose, al di là del rigore trasformato con grande freddezza, sono state due ed entrambe nel secondo tempo. Sulla prima è stato certamente sfortunato di trovarsi davanti un portiere come Olsen che, se nelle uscite lascia molto a desiderare, fra i pali è sicuramente un portiere eccezionale, e con un colpo di reni toglie la palla dallo specchio. Nella seconda, invece, c’è più da recriminare: messo a tu per tu con Olsen, in un raro e legittimo moto d’egoismo da attaccante vero, decide di non servire Fares e calcia. La sua conclusione, però, è troppo prevedibile e scolastica e per Olsen è facile leggerla.

ANDREA PETAGNA: COSA FARNE AL FANTACALCIO?

Sì, la sua mancanza di feeling con il gol potrebbe essere un deterrente per chi dovrebbe puntare su di lui al fantacalcio, ma bisogna considerare che il rapporto che s’instaura fra un attaccante ed il fondo della rete va più spesso acquisito con il tempo e con l’esperienza. Considerate soltanto questo dato: nella sua miglior stagione in A all’Atalanta ha realizzato 5 gol e 9 assist in 34 partite, mentre quest’anno, dopo appena 9 giornate, è ancora a 0 assist, ma ha realizzato già 3 gol ed è il capocannoniere della Spal. Inoltre, la freddezza dimostrata ieri in occasione del rigore realizzato, nonostante non ne tirasse uno in gara ufficiale dall’11 ottobre 2015, ci lascia ben sperare su un suo possibile miglioramento e perché no, anche sul possibile raggiungimento della doppia cifra: è una scommessa e a noi piacciono questo tipo di scommesse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy