Sassuolo, chi sale e chi scende: certezza Boateng, sorpresa Ferrari, deludente l’attacco

Sassuolo, chi sale e chi scende: certezza Boateng, sorpresa Ferrari, deludente l’attacco

Giunti alla 12a giornata di Serie A, facciamo il punto sulle 20 squadre di Serie A: in quest’articolo analizzeremo il Sassuolo e chi, tra i calciatori presenti in rosa, ha soddisfatto o meno le aspettative.

di Niccolò Villani, @WillyBlueEyes

Dopo 12 giornate, il Sassuolo targato De Zerbi ha stupito tanti addetti ai lavori, assestandosi al settimo posto, col settimo miglior attacco e un gioco propositivo nonché di buona qualità. Unica nota parzialmente dolente sono i goal subiti, 17 fino a questo momento, ma forse è un dato fisiologico, conseguenza del gioco offensivo proposto dall’ex allenatore del Benevento. Vediamo quindi, ruolo per ruolo, i giocatori utilizzati dal mister in ottica Fantacalcio. Inseriremo tre categorie che ci permetteranno di capire l’affidabilità a livello fantacalcistico: semaforo ”verde” per i giocatori di cui ci si può fidare “ad occhi chiusi” e che hanno ben figurato, semaforo giallo per chi è stato una sorpresa positiva o negativa, mentre il semaforo rosso è per tutti quei profili che vanno lasciati perdere.


SASSUOLO, PORTA E DIFESA

In porta i dubbi sono pressoché assenti. Andrea Consigli è ormai da diverse stagioni il portiere titolare del Sassuolo, dimostrando di essere un ottimo elemento per affidabilità fantacalcistica. Nonostante il Sassuolo subisca qualche goal di troppo, la distribuzione delle reti subite gli ha permesso di portare a casa 4 clean sheet dopo 12 presenze. Al momento, se prendiamo i portieri che hanno giocato almeno la metà delle partite, è il terzo migliore nel suo ruolo per Media Voto (6,33) e l’ottavo per Fantamedia (4,87); numeri decisamente positivi. Solo panchina quindi per Gianluca Pegolo e Giacomo Satalino, rispettivamente secondo e terzo portiere.

Anche al centro della difesa le gerarchie sembrano ben definite, così come il rendimento. Chi spicca è sicuramente Gian Marco Ferrari, titolare fisso e miglior difensore della squadra. Fantacalcisticamente parlando, sta mantenendo un rendimento molto alto: 6,12 di Media Voto e 7,16 di Fantamedia, quarto miglior dato tra tutti i difensori, anche grazie alle 3 reti segnate. A fare coppia con l’ex Sampdoria al centro della difesa c’è Marlon che però, diversamente da Ferrari, a parte la titolarità non ha dato molto ai suoi possessori. Nelle ultime uscite è sembrato in crescita e per questo lo possiamo ancora considerare una scommessa. Menzione speciale anche per Giangiacomo Magnani; l’ex centrale del Perugia non ha una titolarità fissa, che è legata al modulo utilizzato da De Zerbi (gioca col 3-4-2-1, mentre col 4-3-3 è una riserva), ma è il primo sosttituto dei due centrali e, tra un paio di assenze di Marlon e cambi modulo, è comunque andato spesso a voto, con 9 presenze e una media voto di 6,16 (la migliore dei difensori neroverdi). Chi invece non ha praticamente mai giocato, e difficilmente lo farà, è Mauricio Lemos. Con De Zerbi non trova spazio ed è quindi da considerarsi una riserva fissa.

Sugli esterni i dubbi sono pochi. A destra, a prescindere dal modulo, agisce Pol Lirola, anche lui molto positivo fino a questo momento, sia per media voto (6,13) che per fantamedia (6,72). Come sua riserva avrebbe dovuto agire Claude Adjapong, che però ha subito un brutto infortunio con la nazionale giovanile e sarà assente per diverso tempo. Sull’altra fascia il titolare è Rogerio, che a differenza di Lirola è meno sicuro del posto, in quanto nel 3-4-2-1 alcune volte gli è stato preferito Di Francesco, ma le 10 presenze attuali ne attestano la buona titolarità, anche per via della poca concorrenza. Infatti, Federico Peluso e Cristian Dell’Orco, così come il giovane Leonardo Sernicola, sono abbondantemente indietro nelle gerarchie e, a parte qualche eventuale presenza dettata da indisponibilità di Rogerio o dal turnover, non avranno altri spazi.

SEMAFORO VERDE:  Consigli – Ferrari – Lirola

SEMAFORO GIALLO: Marlon – Magnani – Rogerio

SEMAFORO ROSSO: Lemos – Adjapong – Peluso – Dell’Orco – Sernicola


SASSUOLO, IL CENTROCAMPO

Il centrocampo del Sassuolo è tradizionalmente stato povero in termini di appetibilità al fantacalcio, e anche quest’anno la situazione non è molto diversa, tolti un paio di elementi, che però non agiscono da centrocampisti ma in posizioni più avanzate (Boateng e Đuričić). Parlando della linea mediana vera e propria, Alfred Duncan è il giocatore che meglio si è comportato sino a questo momento. Al di là dell’infortunio muscolare che gli ha fatto perdere qualche partita, quando è stato disponibile è sempre stato titolare, con la media voto migliore dell’intera squadra emiliana (6,35), nonché ottavo migliore nell’intera lista centrocampisti (sempre contando quelli che hanno giocato almeno metà delle partite). Se da un lato è un giocatore avaro di bonus, però è il più titolare di chi agisce sulla linea mediana.

Altri due giocatori che stanno tutto sommato andando leggermente oltre le aspettative sono Francesco Magnanelli e Mehdi Bourabia, il cui potenziale fantacalcistico è comunque più limitato rispetto al ghanese. Entrambi si sono dimostrati solidi quando chiamati in causa. Il primo è dietro solo a Duncan per media voto nella squadra (6,33), mentre il secondo ha dato ordine al reparto, portando solide sufficienze, prima di infortunarsi. Purtroppo però, in entrambi i casi i bonus rimangono merce molto rara, così come la titolarità è tutt’altro che assicurata.

Un nome leggermente al di sotto delle aspettative è quello di Stefano Sensi, quantomeno in termini di pericolosità offensiva, lui che dovrebbe dare qualcosa in più in termini di qualità ad un centrocampo quasi solo muscolare. Solo 1 assist all’attivo fino ad ora. Tuttavia, non si può comunque dire che stia propriamente deludendo, dato che mantiene Media Voto e Fantamedia sopra la sufficienza (6,12 e 6,18).

L’unico rimandato del reparto è probabilmente Manuel Locatelli; finito in panchina nelle ultime apparizioni, anche lui ha un impiego piuttosto vincolato al modulo (nel suo caso 4-3-3) e, soprattutto, fino a questo momento è il peggior centrocampista del Sassuolo sia in Media Voto che in Fantamedia, dove è in entrambi i casi sotto la sufficienza. Rimane un giovane di prospettiva che la società vorrà valorizzare, ma al momento il suo rendimento non è stato positivo.

SEMAFORO VERDE: Duncan

SEMAFORO GIALLO: Magnanelli – Bourabia – Sensi

SEMAFORO ROSSO: Locatelli


SASSUOLO, TREQUARTI E ATTACCO

Prima di passare agli attaccanti veri e propri, ci sono due giocatori listati centrocampisti/trequartisti, che però giocano molto più avanzati. Parliamo di Filip Đuričić e, soprattutto, di Kevin-Prince Boateng. L’ex giocatore del Milan era uno dei centrocampisti più appetibili ad agosto, dato che gioca stabilmente in attacco come falso nove, e le aspettative si sono confermate. Tra i centrocampisti che hanno giocato almeno la metà delle partite, lui è quello con la quarta miglior Fantamedia (7,6) e una Media Voto che lo mette tra i top 15 dei centrocampisti (6,25). Con 4 reti all’attivo, è il miglior marcatore del Sassuolo al momento. Đuričić ha un’appetibilità inferiore, ma non per questo da sottovalutare. La titolarità non è assicurata, essendo il suo utilizzo legato al modulo 3-4-2-1, dove gioca alle spalle proprio di Boateng, agendo da trequartista/esterno d’attacco. Tuttavia, dopo un iniziale periodo di rodaggio, ha iniziato a giocare con una certa regolarità con buoni risultati, sia in termini di Media Voto (6,14) che di Fantamedia (6,64), mostrando di potersi rendere pericoloso.

Passando ai giocatori listati attaccanti, il discorso si fa meno positivo. Considerato che i migliori marcatori fino a questo momento sono già stati citati (Boateng e Ferrari), va da sé che non c’è un giocatore da semaforo verde nell’attacco emiliano. Basti pensare che, considerato Boateng come centrocampista, tutti gli altri attaccanti del Sassuolo hanno fatto quasi gli stessi goal del reparto difensivo (7 l’attacco, 6 la difesa).

Per quanto concerne i singoli, il migliore fino a questo momento è stato Federico Di Francesco, con due goal e due assist in 8 presenze, e una Fantamedia di 7,06. Cifre comunque non esaltanti per un attaccante, soprattutto considerando il fatto che la titolarità è assicurata solo col 4-3-3, mentre col 3-4-2-1 parte dalla panchina, oppure gioca da esterno di centrocampo, ruolo in cui fatica ad esprimersi al meglio. Non a caso, la media voto non è esaltante, essendo di pochissimo sopra la sufficienza.

Discorso non molto differente per Domenico Berardi e Khouma Babacar. Il primo è indiscutibilmente titolare fisso, forse l’unico del reparto, nonché rigorista assieme a Boateng. I problemi sono legati al solito rendimento altalenante, dove alterna ottime prove ad altre insufficienti, e ai bonus scarsi (spesso ha occasioni buone, ma non concretizza). Babacar invece ha una media di una rete ogni 180′ (circa), il problema è che le presenze da titolare sono poche con Boateng disponibile, e spesso ha giocato solo scampoli di partita. A voto ci va quasi sempre, anche da subentrante, ma la sua gestione risulta difficile.

Semaforo decisamente rosso invece per gli altri attaccanti, tutti utilizzati col contagocce. Jérémie Boga è quello che ha visto di più il campo, ma quasi esclusivamente da subentrante e senza colpire particolarmente, prima di infortunarsi. Sempre parlando di esterni, Enrico Brignola ha giocato appena 20′ fino ad ora e difficilmente vedrà il suo minutaggio aumentare significativamente nel breve periodo. Infine, rimangono Alessandro Matri, Marcello Trotta e Jens Odgaard. Il primo ha sì segnato un goal, ma ha giocato solo 49′ distribuiti in 4 presenze e quasi sempre in assenza di uno tra Boateng e Babacar. Gli altri due ancora devono assaggiare il campo, cosa che difficilmente accadrà se non in rari casi di emergenza.

SEMAFORO VERDE: Boateng – Đuričić

SEMAFORO GIALLO: Di Francesco – Berardi – Babacar

SEMAFORO ROSSO: Boga – Brignola – Matri – Trotta – Odgaard

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy