Sassuolo, Ferrari: un top desaparecido

Che fine ha fatto il difensore neroverde? Analizziamo la situazione.

di Fabio Cancemi

Gian Marco Ferrari, difensore 26enne in forza al Sassuolo, sembrava dover rappresentare il dopo Acerbi in casa neroverde. Effettivamente, nel corso del girone di andata, il centrale aveva mostrato delle ottime qualità, ma nell’ultimo periodo, in maniera inattesa, il giocatore ha perso terreno nelle gerarchie.

SASSUOLO, LA STRANA PARABOLA DISCENDENTE DI FERRARI

Sembra esserci un velo di mistero attorno alla situazione che vede coinvolto Gian Marco Ferrari da un mese a questa parte. Dopo sei mesi nei quali il difensore aveva costituito un punto fermo nella retroguardia neroverde, è scivolato, abbastanza a sorpresa, in panchina nelle ultime  5 partite. Esattamente da Roma-Sassuolo, tenutasi il 26 dicembre, l’ex Samp non vede più campo. A inizio gennaio, il centrale ha patito un infortunio che lo ha tenuto fuori per circa 10 giorni e, nonostante il recupero dal guaio fisico sia avvenuto ormai da un mese, si sta ritrovando costantemente in panchina.

Ultimamente infatti, mister De Zerbi sembra aver trovato la quadratura del cerchio con la coppia difensiva costituita da Peluso e Magnani, con il primo che sembrava totalmente fuori dai giochi fino a poco tempo fa, e che invece è stato lanciato titolare in luogo, appunto, di Ferrari. La situazione risulta di difficile lettura, dopotutto il centrale ex Samp non aveva affatto demeritato nei mesi scorsi e si era confermato, come ben noto, un difensore goleador.

SASSUOLO, FERRARI AL FANTACALCIO

Nonostante l’ultimo periodo sia poco incoraggiante per i fantapossessori di Ferrari, bisogna essere cauti nel darlo per finito. Innanzitutto per questioni prettamente contrattuali. A tal proposito, infatti, Peluso vedrà scadere il proprio contratto a fine stagione, al contrario di Ferrari che ha ancora diversi anni di contratto e che, oltretutto, dovrebbe rappresentare il dopo Acerbi nel medio-lungo termine. E’ possibile che De Zerbi, momentaneamente, non voglia stravolgere l’equilibrio difensivo che lo soddisfa. D’altro canto, il tecnico del Sassuolo difficilmente accantonerà Ferrari fino al termine del campionato. La situazione è tutta in divenire e la logica porta a pensare al possibile rilancio per un difensore che, pochi mesi fa, è entrato anche nel giro della Nazionale.

Non dimentichiamo, con riferimento prettamente fantacalcistico, gli ottimi numeri che Ferrari ha garantito nelle 18 partite disputate: 3 reti, 5 ammonizioni ed una FM di 6,63. Un giocatore, insomma, abbastanza avvezzo al bonus pesante e, tutto sommato, non eccessivamente incline al malus in proporzione al ruolo.

Come comportarsi al Fantacalcio? Se doveste avere problemi di titolarità, potreste pensare di tagliarlo. Viceversa, se disponete di un parco difensori che vi assicuri una buona copertura, il consiglio è quello di aspettarlo. La sua pericolosità sui piazzati potrebbe pur sempre rivelarsi un fattore determinante per le vostre sorti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy