Rossettini, una roccia salentina per il Fantacalcio

Rossettini, una roccia salentina per il Fantacalcio

Il nuovo arrivo dal Genoa dovrebbe avere il posto da titolare garantito nel Lecce di Liverani.

di Carlo Cecino, @CarloCecino

Linfa vitale nella retroguardia leccese, garantita dall’ingaggio di Luca Rossettini, centrale difensivo 34enne che fino a pochi mesi fa ha indossato la maglia del Chievo Verona. Con l’arrivo di Rossettini, mister Liverani potrà appoggiare la sua linea difensiva su un elemento di esperienza, che in Serie A ha giocato più di 250 presenze fra Siena, Cagliari, Bologna, Torino, Genoa e Chievo, realizzando 8 gol totali.

ROSSETTINI, AFFIDABILITÀ CONSOLIDATA

Rossettini sbarca in Puglia consapevole che verosimilmente costituirà con un altro difensore navigato come Lucioni la coppia centrale difensiva del Lecce al ritorno in Serie A. Il possibile arrivo di un profilo giovane tra Ersoy o Rogel – i nomi attualmente più caldi in orbita pugliese – non dovrebbero togliere a Rossettini il posto da titolare, mentre Meccariello dovrebbe occupare il ruolo di quarto centrale difensivo della rosa.

Perciò l’ex Chievo, che nell’ultima stagione con i clivensi ha totalizzato 21 presenze, ai nastri di partenza partirà sicuro di un posto tra gli undici di Liverani, e quindi i fantallenatori potrebbero puntare su di lui consapevoli che si ritroverebbero a disposizione un difensore che garantisce la titolarità, seppur in una neo-promossa.

ROSSETTINI: POCHI CREDITI, BUON RENDIMENTO

Considerando quindi che sarà il centrale difensivo del Lecce, formazione che dovrebbe lottare fino all’ultimo per salvarsi, non spendete troppo per Rossettini, che può rivestire lo slot da quinto-sesto difensore in una lega a otto squadre, mentre da quarto-quinto in una lega a dieci squadre.

Non esagerate dunque con i crediti, perché poi potrebbe succedere come accaduto nell’avventura di Rossettini appena terminata con il Chievo: durante l’ultimo spezzone di stagione infatti, con i Mussi Volanti già con un piede e mezzo in Serie B, la società veronese ha deciso di dar spazio a leve giovani, accantonando Rossettini in panchina.

Un Rossettini che, ad ogni modo, potrebbe portare a casa buone prestazioni e che solitamente fa la differenza in squadre di terza o quarta fascia della Serie A, anche se inevitabilmente sentirà l’età che avanza, dato che a maggio ha spento 34 candeline.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy