Parma, Siligardi: da fuori rosa a migliore in campo contro il Genoa

Parma, Siligardi: da fuori rosa a migliore in campo contro il Genoa

Il numero 26 del Parma, alla seconda presenza da titolare, ha servito l’assist per il pareggio gialloblu e segnato il gol del vantaggio.

di Patrizia Monaco
Siligardi Parma 2018

Si è concluso da poco il match che ha visto contrapposti Genoa e Parma, valido per l’ottava giornata di Serie A. Dopo il momentaneo vantaggio dei rossoblù, arrivato a distanza di appena otto minuti dall’inizio della sfida, i ragazzi allenati da D’Aversa han saputo reagire e mettere a segno ben tre reti nel giro di un quarto d’ora. Sul tabellino dei marcatori ha iscritto il proprio nome anche Luca Siligardi, classe 1988, che nelle scorse settimane è stato al centro di un caso che ha fatto molto discutere l’ambiente crociato.

Difatti, l’attaccante gialloblù era addirittura finito fuori rosa, escluso dalla lista dei venticinque giocatori chiamati a giocare in Serie A nel corso della stagione 2018-2019. Quando però Jacopo Dezi si è fermato per un problema alla schiena, il ragazzo di Correggio è tornato in gruppo. Un colpo di fortuna, dal suo punto di vista, raddoppiato nel momento in cui ulteriori infortuni hanno colpito la squadra emiliana: il rientro a rilento di Ciciretti e i problemi fisici di Inglese e Gervinho hanno spalancato le porte del reparto offensivo, permettendo a Siligardi di vestire la maglia da titolare contro Empoli e Genoa.

Prestazione sufficiente contro i toscani, pressoché superba sul prato del Ferraris, quando cioè è arrivato sia il bonus pesante che quello leggero. Un riscatto personale per il numero 26, il cui record di reti in campionato risale alla stagione 2012-2013, quando vestiva la maglia del Livorno: un’annata durante la quale Siligardi arrivò a 15 gol, imbattendosi però poi in un incubo, ovvero la rottura del legamento crociato che lo tenne lontano dal campo per ben 195 giorni.

PARMA, SILIGARDI: QUALI PROSPETTIVE AL FANTACALCIO?

Adesso che ormai quel momento rappresenta soltanto un brutto ricordo, Siligardi ha voglia di tornare al top dal punto di vista delle prestazioni e delle reti messe a segno. Di certo il suo nome non rientra tra quelli per cui ci si è strappati i capelli in sede d’asta al Fantacalcio ma, stando a quanto accaduto nelle ultime due partite, sicuramente qualche fantallenatore terrà in considerazione il suo nome per i prossimi mercati di riparazione.

Il Parma ha finora dimostrato di potersi salvare senza alcun problema, riuscendo addirittura a collezionare due vittorie consecutive contro dirette rivali, e sopperendo all’assenza del suo bomber Inglese. A segnare ci ha pensato Siligardi, alla fine di un’azione corale, ricevendo palla sull’esterno dell’area e accentrandosi per poi tirare un tiro potentissimo che si è insaccato alle spalle di Radu.

Cosa possiamo aspettarci, dunque, da lui in ottica fantacalcistica? Anche con il rientro di Gervinho e Inglese, Siligardi può raccogliere un minutaggio massiccio, soprattutto se consideriamo che Di Gaudio e Ciciretti continuano a non assicurare del tutto la costanza agonistica che richiede l’allenatore. Il numero 26 potrebbe così continuare ad essere titolare nel tridente offensivo e, se consideriamo il gioco frizzante del Parma, i bonus potranno arrivare anche in futuro. Da tenere d’occhio, quindi, e da considerare come possibile scommessa da ultimi slot in leghe numerose, da far girare con gli altri attaccanti a seconda delle partite affrontate dai gialloblù.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy