Consigli Fantacalcio Mantra 14a giornata

Consigli Fantacalcio Mantra 14a giornata

I consigliati, gli sconsigliati e le possibili sorprese per le vostre formazioni Mantra

di Pasquale Parente

Com’è andata la prima giornata post-mercato? Pentiti per aver azzardato i nuovi acquisti e desiderosi di tornare all’usato garantito? E, per chi invece ha rimandato qualsiasi finestra di mercato a febbraio, dubbi su chi schierare?
Bhè siete nel posto giusto, con i nostri consigliati, sconsigliati e possibili sorprese  di giornata esclusivamente per la modalità Mantra. Esclusiva assoluta di Fantamagazine.

Difensori centrali

Consigliati 

14^a giornata vuole dire che abbiamo superato un terzo del campionato e ancora nessuna traccia di bonus per i possessori di Glik.  Il capitano granata, capocannoniete tra i DC lo scorso anno al pari di Rodriguez, sta soffrendo anche a livello di voti, arrivando a toccare la sufficienza nella fantamedia solo grazie all’assist servito alla seconda giornata. L’assenza di Destro sarà senz’altro un pensiero in meno, per concentrarsi magari nella caccia al bonus pesante atteso dai tantissimi fantallenatori che hanno fatto carte false per averlo. Non lontano da Torino, precisamente in quel di Genoa, troviamo l’altro consigliato di giornata: se avete Burdisso in campo, la partita contro il Carpi può essere davvero la prima occasione per schierarlo senza indugio dopo l’ottima partita contro il Sassuolo. Dopo una sola insufficienza nelle ultime sei partite (media voto del 6,25), è arrivato il momento di dargli piena fiducia.

Sconsigliati

Sulla difesa dell’Udinese abbiamo dedicato in settimana un’interessante articolo circa il rendimento casalingo ma, per sfortuna dei possessori di Danilo, domenica si gioca in trasferta e per di più senza probabilmente l’ottima spalla Wague. Un’assenza, quella del maliano, che potrebbe pesare nell’economia dei meccanismi difensivi bianconer, consigliando di guardare altrove. Stesso giudizio negativo riserviamo a Paletta che, nonostante i due 6,5 di fila, rischia molto contro una Roma ferita dalle sei sberle di Barcellona. Occhio infine a due top Dc come gli interisti Miranda (media voto 6,3) e Murillo (6,2): in un San Paolo gremito dove molti DC di livello hanno capitolato quest’anno., i rischi di un’insufficienza sono altri. Da valutare attentamente le alternative in rosa.

Possibili sorprese

Le nostre possibili sorprese giocheranno entrambe nell’anticipo di sabato sera: da un lato l’ex doriano Romagnoli in netta crescita in termini di voti (nessuna insufficienza nelle ultime sei partite e media voto del 6,25); dall’altro Silvestre, sempre tra i più positivi della retroguardia doriana, che potrebbe approfittare delle debolezze sui calci da fermo del Milan.

Terzini e centrocampisti esterni

Consigliati

Il fortino del Matusa e la crisi del Verona potrebbero far volare i vostri terzini ciociari: non solo Rosi, alla ricerca del riscatto dopo gli ultimi due 5,5 di fila, ma anche quel Blachard schierabile come DS e pericoloso nelle conclusioni di testa da calcio piazzato. Tra i centrocampisti esterni, senza citare il solito Florenzi, segnaliamo i genoani Rincon e Laxalt: schierabili nelle fasce opposte della vostra squadra (CD il venezuelano e CS l’ex giocatore del Bologna) ed entrambi candidati a un buon voto che spesso, in una modalità come il Mantra dove le medie punti sono più basse, può risultare decisivo.

Sconsigliati

Se abbiamo sconsigliato Danilo è, come avete visto, soprattutto per presenza di Piris, autentica delusione tra i multiruolo e inchiodato a un impietoso 5,44. Chi non sta facendo affatto male, venendo addirittura da cinque 6,5 di fila è l’empolese Mario Rui. Tuttavia le striscie positive sono destinate a finire e contro i tembili esterni laziali potrebbe essere la volta giusta. Attenzione, non è sconsigiabile in assoluto, ma con una discreta alternativa si può pensare di escluderlo per evitare pericolose insufficienze. Tornando alla sfida di Verona, non tutto il Chievo è schierabile questa giornata. In particolare il DS/CS Gobbi,  rivelazione di inzio campionato, sta incappando in una preoccupante involuzione che lo ha portato a sole due sufficienze nelle ultime sei apparizioni.

Possibili sorprese

Le ultime tre partite della Juventus, Champions comprsa, hanno visto un Alex Sandro andare sempre a bonus con altrettanti assist di fila. Lo inseriamo tra le possibili sorprese, in quanto la terza partita da titolare in una settimana vorrebbe dire la definitiva promozione di Allegri nel ruolo da titolare sulla fascia mancina bianconera. Una notizia che i suoi possessori (soprattutto quello privi di Evra) aspettano da un bel po’.

Mediani e centrocampisti

Consigliati
Un altro che piano piano sta resuscitando in casa bianconera è Pogba,  autore di buona partita a sprazzi con il Milan e una decisamente più continua contro il City. Che Palermo si aggiunga anche il bonus? Chi invece, nell’anticipo dello scorso sabato sera è uscito sconfitto ma comunque tra i migliori (come sempre) è Bonaventura. In presenza di altre W in rosa, la possibilità di schierarlo CC è troppo ghiotta per pensare di lasciarlo in panchina. Tra le M/CC restano consigliatissimi i top della classe Baselli e Allan, con quest’ultimo in particolare vogliosissimo di far bene contro la squadra che l’aveva prima bloccato e poi lasciato andare a Napoli virando su Kondogbia.

Sconsigliati

Per la seconda volta di fila sconsigliamo Luca Rigoni. Partito a Roma dalla panchina, il centrocampista rosanero dovrebbe sicuramente giocare titolare, tra l’altro con compiti offensivi simili a quelli che gli affidava Iachini. La Juve e in particolare il centrocampo bianconero sono ossi troppo duri, il consiglio è di lasciarlo in panchina se si ha disposizione una M/CC con una partita casalinga più tranquilla. Per quelli che invece hanno anche M/CC top e stanno pensando di sacrificare per Badu, predichiamo massima cautela e attenzione. E’ vero che il ghanese già tra la quarta e la quinta giornata ha segnato due gol consecutivi, ma bisogna restare con i piedi per terra e pensare alle insidie della partita contro il Chievo e le difficoltà (nonostante la vittoria di domenica scorsa) che continua ad avere la squadra di Colantuono.

Possibili sorprese

Molte le possibili sorprese di giornata, soprattutto tra le CC/T. Se è facile pensare a Tino Costa, dopo aver consigliato i suoi compagni di reparto, attenzione in questa giornata a Soriano e Parolo: il primo potrebbe giovare dello spostamento sulla trequarti, provato in settimana da Montella, per essere più pericoloso dopo il limbo delle ultime giornate (una sola sufficienza nelle ultime quattro partite); il secondo reduce dall’ottima e convincente prestazione in Europa League con tanto di assist e gol.

Trequartisti e ali

Consigliati

Le partite in notturna sono tra gli habitat preferiti di Insigne (chiedere a Juventus, Lazio e Milan), che recupererà senza problemi dal fastidio che gli ha fatto saltare la sfida europea per essere il punto fermo della vostra trequarti. Punto fermo che nel Genoa sta diventando anche Lazovic, che contro il Carpi e senza Perotti avrà l’occasione per essere ancora più incisivo rispetto alle ultime due positivissime gare da titolare. E il fatto che, nella solita bagarre di ballottaggi gasperiniana, sia un punto fisso su tutti gli organi d’informazione, deve far inziare a pensare.

Sconsigliati

Finchè non si risolve la situazione a Verona (in positivo con i risultati o in negativo con un cambio tecnico), non ha senso schierare gente come Jankovic e Juanito Gomez. Se vi fermate a guardare solo la partita sulla carta non impossibile contro il Frosinone, ci pensiamo noi a indicarvi le loro medie voto da far intimorire anche i più audaci: 5,61 e 5,62. Gemelli non solo di reparto, ma anche di pessimi voti. Altri “gemelli”, separati quest’estate, erano Dybala e Vazquez che si ricontreranno l’uno contro l’altro domenica sera a Palermo. Mentre il primo sta pian piano emergedo (tanto da isolare Morata sulla fascia sinistra), il Mudo sembra la brutta copia del campione ammirato lo scorso anno. Guardare poi il proprio ex compagno dall’altra parte, potrebbe essere un brutto colpo per un giocatore fortemente emotivo e che non sta incidendo per nulla in una posizione centrale in ogni mantrarosa come la trequarti.

Possibili sorprese

Chi invece sta mostrando segni di risveglio nel ruolo è Candreva, autore di un gol in campionato e uno in Europa League. I rapporti con Pioli non sono idilliaci, ma potrebbe non esserci un due senza tre. Tra chi potrebbe giovare della squalifica o delle partite difficili di molti top di ruolo (Perotti, Perisic, Gomez per fare qualche nome), segnaliamo Birsa. Il fantasista sloveno è in cerca di riscatto dopo l’uscita della sua Nazionale dagli spareggi europei e contro il Carpi gli è mancato solo il gol a margine di una prova molto positiva che potrebbe essere tranquillamente replicata. Come non citare, infine, le W del Frosinone Soddimo e Paganini: sono queste le partite in cui trovano una ragione di essere presenti nelle vostre rose!

Attaccanti

Consigliati

Dopo 14 giornate è ora di accendere definitivaente i riflettori su una delle sorprese maggiori di questo inizio campionato ed ammettere che Meggiorini, con il suo 7,33 di fanta media frutto di una media voto che sfiora il 6,5 e di 3 gol e 4 assist, è diventato probabilmente un top tra le A. E come tale è da mettere in partite come Chievo – Udinese. Accanto a lui, per chi gioca con il tridente, porebbe essere arrivata l’ora del primo gol in campuionato di Bernardeschi dopo i tanti bonus europei. La doppietta di Basilea lo mette con prepotenza tra i consigliati di giornata.

Sconsigliati

Come abbiamo certificato l’ascesa di Meggiorini, bisogna anche avere il coraggio di ammettere che sono finite le giustificazioni e le oppurtinità per Cerci. L’ex granata ha goduto per più di un mese della massima fiducia e del suo modulo ideale, ripagando i suoi fantallenatori con una collezione di 5,5 e nemmeno un misero gol. La concorrenza di Niang e l’imminente passaggio al 4-4-2 sono l’anticamera del dimenticatoio per una scommessa ormai quasi persa. Un’altra grande delusione, a secco da sette giornate dove ha fatto registrare una media voto del 5,35 è Defrel. L’assenza di Berardi e le relative difficoltà nelle ripartenze potrebbero ulteriormente metterlo in difficoltà in un sistema di gioco in cui non si è mai pienamente ambientato.

Possibili sorprese

Chi invece nel Sassuolo il suo lo fa sempre è Floro Flores, autore nel silenzio generale di 3 reti e 1 assist e saldamente tra le prime 10 A per media voto e fanta media. Promettiamo infine di mettere per l’ultima volta Iturbe, chiamato contro l’Atalanta davvero all’ULTIMA occasione prima dei rientri di Salah e Gervinho.

Punte centrali

Consigliati

Quella con l’Atalanta è anche un partita che aspettano con ansia i possessori di Dzeko, che sta trovando una certa continuità realizzativa e di voti (un 7 e un 6,5 nelle ultime due partite di campionato). Ad affiancarlo in questa categoria, ci sono Pavoletti e Higuain da mettere a occhi chiusi. Discorso un po’ diverso per Bacca, che a suo favore ha avuto un’intera settimana di lavoro in gruppo, nella quale ha mostrato di sentirsi molto più a suo agio nelle prove di 4-4-2.

Sconsigliati

La scorsa giornata si è rivisto l’oggetto misterioso Mbakogu, per i quali è assolutamente calzante il parere dei nostri Esperti Carpi: “Altro oggetto misterioso di quest’ anno … Ormai ha recuperato dal suo infortunio , la condizione sta tornando , con un Borriello non al meglio un ulteriore occasione che per convincere mister Castori a capovolgere le gerarchie … In attesa di vedere il vero “Goku” lasciamolo in panchina e aspettiamo tempi migliori …..
Un altro da mettere da parte senza pensarci troppo è Pazzini, probabilmente all’ultimo canto del cigno prima del rientro definitvo di Toni, e valutate bene le alternative prima di pensare a schierare gente come Pinilla e Maccarone.

Possibili sorprese

A chusura della nostra rassegna due giovani bomber dalle caratteristiche simili e accomunati da un momento difficile in cui il gol latita: Paloschi e Belotti. Il primo dovrebbe rientrare dal primo minuto dopo aver assitito dalla panchina alla grande prova di Inglese, a cui è chiamato a rispondere per non subire un clamoroso riscatto. Il secondo, mai a segno quest’anno, ha fatto vedere a Bergamo di avere una voglia matta di segnare e spaccare il mondo. Un cuore da Toro a cui Ventura non sembra indifferente e, se alle formazioni ufficiali vedrete il suo nome in campo, può essere la scommessona di giornata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy